Piacenza Calcio, De Paola vuole l’ultima pennellata sulla tela biancorossa

09 Maggio 2015

Piacenza Calcio Fidenza, per P.Gentilotti (FotoDELPAPA) DE PAOLA dalle tribune

Manca l’ultima pennellata, quella che potrebbe decretare la consegna di un capolavoro autentico dopo un inseguimento partito troppo tardi per puntare ad un obiettivo che potesse andare oltre il secondo posto. Il Piacenza domani alle 15 sarà di scena ad Este, provincia di Padova, dove soltanto i tre punti consegnerebbero ai biancorossi la certezza di un arrivo in scia al Rimini che consentirebbe un cammino play off decisamente più agevole. L’ingresso in scena sarebbe infatti fissato per il 24 maggio, nella finale del girone D.
“Sta soltanto a noi decidere se vogliamo consegnare un quadro d’autore, con tanto di firma, oppure se vogliamo limitarci ad un’opera anonima” ha detto ieri mister Luciano De Paola.
Assente Ruffini infortunato, forfait pesantissimo per il pacchetto arretrato, mentre davanti ritorna Bertazzoli. Non ci sarà nemmeno De Paola in panchina, stante la squalifica di un turno che costringerà il “pirata” ad osservare dalla tribuna. Nonostante un arrivo accolto con freddezza, quasi diffidenza, il tecnico si è ormai conquistato la fiducia dell’intero ambiente. La società ha già dato avvio alla trattativa affinché il matrimonio prosegua anche il prossimo anno.
“La volontà è quella di rimanere e di riportare dove merita questa società – ha detto De Paola -: in questi giorni parlerò con il presidente e prenderemo una decisione”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà