Piacenza

Piacenza, progetto di riqualificazione-gestione dello stadio Garilli per 9 anni

11 agosto 2016

Stadio Garilli

Il Piacenza Calcio ha ottenuto dal Comune la proroga di un anno per la concessione in uso e la gestione dello stadio Garilli. L’accordo durerà da domani, 12 agosto, al 30 giugno 2017, con le stesse modalità degli anni passati. Il canone simbolico è di 100 euro, visto che alla società restano in capo tutti i costi gestionali e di manutenzione ordinaria, che pare ammontino a circa 300mila euro all’anno. Il Pro Piacenza continuerà a utilizzare l’impianto per le proprie partite interne di Lega Pro, nel girone che comprende anche i biancorossi.

Ma la vera notizia è un’altra: questo passaggio dell’amministrazione è legato al progetto che il Piacenza Calcio ha presentato a Palazzo Mercanti per la manutenzione-gestione in project financing del Garilli, per 9 anni.
Per arrivare alla concessione, però, i passaggi normativi sono lunghi: il Comune deve dichiarare la pubblica utilità del progetto, poi occorre un passaggio in consiglio comunale e infine dovrà essere pubblicato un bando di gara europeo, aperto a tutti, ma basato su quanto proposto dal Piacenza. Teoricamente chiunque può partecipare e vincere, anche se ovviamente pare diseconomico per chi non ha un interesse diretto prendere in gestione uno stadio dai costi così elevati e che oggi non produce entrate di rilievo.

L’iter durerà diversi mesi, per i tifosi piacentini pare comunque una solida rassicurazione per il futuro il fatto che la società dei fratelli Gatti voglia impegnarsi in una gestione di ben 9 anni.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Sport Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE