C’è il bando comunale. Gatti: “Ragioniamo su nuovo impianto”

16 Maggio 2017

In attesa di capire se e come potrà essere realizzato un nuovo impianto, il Comune di Piacenza ha approvato il bando di gara per la concessione in uso e la gestione dello stadio Garilli e di tutte le strutture annesse.
La durata dell’appalto è biennale (va dal primo luglio 2017 al 30 giugno 2019), rinnovabile per un altro anno. Il canone annuale a base d’asta è simbolico, pari a mille euro, a fronte di spese complessive di gestione dell’impianto sportivo quantificate in 232mila euro.

Oggi sono in carico al Piacenza Calcio, che resta il soggetto maggiormente indicato per partecipare alla gara. Anche se la società biancorossa ha manifestato più volte grande perplessità per l’alto costo di gestione e il desiderio di ragionare con l’amministrazione sulla realizzazione di un nuovo impianto.

Proprio in quest’ottica va letta la durata limitata, solo due anni, dell’appalto per l’attuale stadio Garilli. “Come sempre siamo intenzionati a tradurre in fatti concreti quello che annunciamo – commenta il presidente onorario del Piacenza calcio, Stefano Gatti – quindi ci muoveremo sul doppio binario: ovviamente vogliamo proseguire con l’attuale gestione del Garilli, anche se è molto onerosa. Parallelamente intendiamo portare avanti il progetto per la realizzazione di un nuovo stadio più piccolo, moderno e funzionale: la società, i tifosi e tutta la città lo meritano”.

IL BANDO COMUNALE PER LA GESTIONE DELLO STADIO GARILLI

LE NORME DI GARA PER L’APPALTO DI GESTIONE DELLO STADIO GARILLI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà