Piacenza-Arzachena 3-1

Il Piace si sveglia dopo lo svantaggio e consolida il secondo posto

9 dicembre 2018

Non senza un pizzico di difficoltà contrariamente a quanto dice il punteggio, il Piacenza sbriga la pratica Arzachena e consolida il secondo posto in graduatoria alle spalle della Carrarese. Questo il verdetto della 15esima giornata in cui i biancorossi prevalgono in rimonta: dopo il rigore di Sanna, reti di Silva, Troiani e Corradi per il 3-1 conclusivo.

Contrariamente a quanto si era ipotizzato, niente turn-over per mister Franzini, anche stavolta sostituito da Lussardi in panchina causa squalifica. La sola sorpresa è rappresentata da Silva che torna titolare al posto di Bertoncini.

Piace che nei primi minuti di frazione lascia intendere come la retroguardia sarda non sia propriamente d’acciaio: prima Marotta, poco dopo Della Latta, ci provano con due tentativi da fuori con il pallone spedito in entrambi i casi fuori di poco. Segue una fase di stanca del match, interrotto alla mezz’ora da Barlocco che prima sfiora il gol del vantaggio dopo un gran coast to coast chiuso da una conclusione alta; al 31′ invece, ecco il fattaccio: fallo in area dello stesso Barlocco su Ruzzittu e l’assistente arbitrale, a due passi, invita il direttore di gara ad assegnare il calcio di rigore. Dal dischetto, Sanna fa 0-1. Dura solamente sei minuti il vantaggio sardo: al 38′ infatti, calcio d’angolo di Di Molfetta e Silva, appostato sul primo palo, impatta di testa il pallone dell’1-1. Non accadrà più nulla fino all’intervallo.

Ripresa e Giorico è costretto a sostituire l’infortunato Nuvoli: dentro il classe 96 Loi che si rivelerà cliente piuttosto scorbutico per la coppia centrale biancorossa. Succede ben poco nel primo quarto d’ora, mentre al 17′, è la jella a mettere il bastone tra le ruote di Sestu e soci. Azione tambureggiante condotta da Pesenti, pallone che schizza dalle parti di Nicco che, dopo il controllo, spara a rete: Ruzittu devia sul palo. Franz, dalla tribuna, ordina un triplo cambio. Dentro Romero, Corradi e Bertoncini, fuori Nicco, Marotta e Silva. Piace disposto con un 3-5-2 a specchio rispetto agli ospiti e cinque minuti più tardi è 2-1: punizione da sinistra di Corradi e colpo di testa di Troiani che, da due passi, fredda l’incerto Ruzittu. Piace che sfiora il raddoppio poco dopo la mezz’ora con Romero, entrato bene in partita, ma il suo sinistro in diagonale si perde sull’esterno della rete. Poco male, perchè al 37′, ci pensa Corradi a chiudere i conti con un gran sinistro da posizione centrale: pallone all’angolino e 3-1 servito. E’ il secondo successo consecutivo del Piace, tornato a macinare vittorie e punti.

Prossimo impegno, giovedì alle 14.30 sul campo del Cuneo per la 16esima giornata.

PIACENZA-ARZACHENA 3-1
MARCATORI
Sanna su rigore al 32′ e Silva al 38′ p.t.; Troiani al 22′ e Corradi al 37′ s.t.
PIACENZA (4-3-3) Fumagalli; Troiani, Silva (dal 17′ s.t. Bertoncini), Pergreffi, Barlocco; Nicco (dal 17′ s.t. Romero), Marotta (dal 17′ s.t. Corradi), Della Latta; Sestu (dal 43′ s.t. Spinozzi), Pesenti (dal 38′ s.t. Fedato), Di Molfetta. (Calore, Verderio, Mulas, Cauz, Sylla). All. Franzini.
ARZACHENA (3-4-1-2) Ruzittu; Busatto, La Rosa, Baldan; Arboleda, Manca (dal 31′ s.t. Gatto), Casini, Pandolfi; Nuvoli (dal 1′ s.t. Loi); Ruzzittu (dal 41′ s.t. Porcheddu), Sanna. (Pini, Corinti, Bruni, Onofri). All. Giorico.
ARBITRO Donda di Cormons.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE