Serie C

Fischi per il Piace che non va oltre il pari al Garilli con l’Imolese. FOTO

24 novembre 2019


Sono stati i fischi a fungere da accompagnamento all’uscita di scena del Piacenza dal Garilli dopo lo 0-0 rimediato al cospetto dell’Imolese che, dopo aver imposto il pareggio nella sfida di coppa Italia di quindici giorni fa, si ripete in campionato. Cori contro mister Franzini, invitato dalla tifoseria più calda a rassegnare le dimissioni e un contesto che rimane dunque in ebollizione. Il tutto, con la squadra che dopo una sfida oggettivamente incolore, perde terreno in graduatoria: ora le lunghezze di distanza dal Vicenza capolista sono addirittura nove.

Per la sfida con i romagnoli, Franz ha recuperato in extremis sia Cacia che Sestu, ma solo quest’ultimo parte dal primo minuto: all’ex Siena il compito di sostenere Paponi in attacco. Invariato il resto dello schieramento rispetto alle precedenti uscite, con Della Latta partito ancora sulla linea difensiva.

Prima parte di frazione ad appannaggio dell’undici di Atzori, più intraprendente e maggiormente ispirata nonostante il terreno di gioco lasci assai a desiderare, dopo il violento acquazzone che ha investito la città nel primo pomeriggio. Del Favero ha corso alcuni pericoli, in particolare al 20′ sulla conclusione di Schiavi, disinnescata con l’aiuto del palo e, al 27′, sul missime terra-aria di Belcastro, scagliato addirittura da metà campo: pallone fuori. Piace che è cresciuto con il trascorrere dei minuti e che si è fatto vivo nel finale con Paponi: il bomber però, anziché premiare l’inserimento di Marotta a centro area, ha preferito la conclusione centrando in pieno Rossi.

Nella ripresa, più motivato nell’incedere e determinato nella spinta il Piacenza che ha perso per infortunio Imperiale (dentro Nannini), ma che ha fallito dopo cinque minuti l’occasione più importante della sfida: Nicco, a tu per tu con Rossi, non ha saputo centrare il tocco da tre punti e così, il prosieguo è stato un assedio con grandi intenzioni, ma poche idee e rarissime illuminazioni. Non sono bastati gli ingressi di Sylla e Bolis a fornire ulteriore verve alla spinta biancorossa con l’Imolese che ha saputo gestire senza affanni il finale di una gara deludente e chiusa con i mugugni dell’intero stadio.

Di certo non il miglior viatico in vista del derby di domenica prossima, quando il Piacenza viaggerà alla volta di Reggio Emilia per una sfida che i tifosi piacentini attendono da oltre vent’anni.

PIACENZA-IMOLESE 0-0
PIACENZA (3-5-2) Del Favero; Della Latta, Milesi, Pergreffi; Zappella (dal 27′ s.t. Bolis), Nicco (dal 27′ s.t. Sylla), Marotta, Corradi, Imperiale (dal 15′ s.t. Nannini); Sestu, Paponi. (Bertozzi, Ansaldi, El Kaouakibi, Nannini, Giandonato, Cattaneo, Cacia, Forte). All. Franzini
IMOLESE (3-4-1-2) Rossi; Della Giovanna, Boccardi, Carini; Valeau, Marcucci, Tentoni (dal 35′ s.t. Alimi), Schiavi; Belcastro (dal 17′ s.t. Latte Lath); Padovan (dal 35′ s.t. Provenzano), Ngissah (dal 26′ s.t. Vuthaj). (Libertazzi, Seri, Alboni, Checchi, Bolzoni, Artioli, Ingrosso). All. Atzori.
ARBITRO Fontani di Siena

QUI TUTTI I RISULTATI E LA CLASSIFICA AGGIORNATA

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE