Portiere squalificato

Caso Daffe: identificato l’autore degli insulti. Sconfitta a tavolino e -1 in classifica per l’Agazzanese

27 novembre 2019

Sconfitta per 3-0 a tavolino e un punto di penalizzazione in classifica ai danni dell’Agazzanese oltre ai tre punti assegnati alla Bagnolese. È questa la principale decisone operata oggi dal giudice sportivo regionale dopo quanto avvenuto domenica scorsa nel match valido per il campionato di Eccellenza che è stato sospeso dall’arbitro intorno alla mezz’ora dopo l’abbandono del campo dei giocatori granata. Una scelta che fu assunta in seguito agli insulti di stampo razzista piovuti dalla tribuna all’indirizzo del portiere senegalese Omar Daffe. Una decisione che dunque punisce i piacentini nonostante i fatti gravi registratisi durante il match. Per la società reggiana invece, di fatto, nessuna conseguenza se non l’annuncio dell’avvio di un monitoraggio di un anno che, in caso di ripetersi di episodi simili, potrebbe comportare la squalifica del campo.
Beffa nella beffa, stop di un turno anche per lo stesso Daffe che fu espulso per somma di ammonizioni proprio in seguito alla sua uscita di scena e il raggiungimento anticipato degli spogliatoi.

IDENTIFICATO L’AUTORE DELL’INSULTO
E’ stato identificato dai carabinieri di Bagnolo in Piano il responsabile degli insulti razzisti arrivati domenica dagli spalti durante la partita di calcio del campionato di Eccellenza fra la locale Bagnolese e l’Agazzanese, squadra piacentina. Si tratta di un 45enne residente nel Modenese.
Ora, sul piano penale, bisognerà vedere se il portiere presenterà denuncia. In ogni caso sono state attivate le procedure per il Daspo.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE