Giocatore senegalese

Bagnolese-Agazzanese sospesa. Ancora insulti razzisti al portiere Daffe

24 novembre 2019

Ci risiamo: a distanza di circa un anno, Omar Daffe, suo malgrado, torna protagonista di un grave episodio che abbina purtroppo calcio e razzismo. Il portiere dell’Agazzanese, di origini senegalesi, oggi difendeva la porta granata nel match esterno sul campo della Bagnolese, valida per il campionato di Eccellenza. All’incirca alla mezz’ora, sul risultato di 0-0, l’estremo difensore ha avvertito dalla tribuna un grave insulto di stampo razzista e ha così scelto di abbandonare il campo, gettando a terra i guantoni: l’arbitro ha mostrato al giocatore il cartellino rosso e ha poi sospeso il match.

Non è finita: l’Agazzanese ha scelto, per solidarietà con il proprio giocatore, di abbandonare il campo da gioco e così l’arbitro ha optato per il triplice fischio, decretando la chiusura della gara e rimandando il tutto alle decisioni del giudice sportivo.

Daffe, mesi fa, nello scorso campionato, era stato protagonista di un episodio simile: si trattava del match tra Agazzanese e Piccardo Traversetolo del gennaio scorso. Il portiere parlò di ululati al suo indirizzo che lo spinsero alla denuncia. Ora un nuovo capitolo altrettanto grave che riporta in auge un tema che sembra non trovare la parola “fine”. Ricordiamo che da anni, Daffe è il presidente di una associazione di volontariato che ogni anno porta in Senegal beni di prima necessità e materiale sportivo per i bambini del luogo.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Provincia Sport

NOTIZIE CORRELATE