I bianconeri vincono 2-1

Il Piace dura mezz’ora: la Juve si mangia i biancorossi, addio Coppa

18 dicembre 2019


Il Piacenza dice addio alla Coppa Italia di serie C. Nel match valido per i quarti di finale, è la Juventus Under 23 ad avere la meglio dei biancorossi in un Garilli semi-deserto. 2-1 il risultato finale in favore della squadra di Pecchia che prevale in rimonta grazie alle reti di Rafia su rigore e di Mota ad inizio ripresa dopo il vantaggio iniziale del Piace a firma Cattaneo.

Franzini, come annunciato, ha dato ampio spazio ai giocatori meno impiegati in campionato. Oltre a Bertozzi tra i pali, Giadonato e Cattaneo giostrano a metà campo, mentre in avanti tocca a Sylla affiancare Paponi.

Ottimo approccio alla sfida per i ragazzi di Franzini che sono riusciti a trovare il vantaggio già al 7′ con il gran gol di Cattaneo, bravo a scaricare alle spalle di Nocchi un traversone al bacio di Nicco. A metà frazione, Sylla ha centrato una clamorosa traversa, di piatto, sul traversone di Pergreffi da sinistra. Nel finale di primo tempo però, la verve degli attaccanti bianconeri ha preso il sopravvento e, al 38′, un clamoroso errore di Cattaneo in fase di disimpegno ha portato al fallo da calcio di rigore commesso da Della Latta. A subirlo lo scatenato Rafia che ha anche trasformato dagli undici metri, firmando così il gol dell’1-1 con il quale si è chiuso il periodo.

Un incedere che prosegue anche a inizio ripresa quando la Juventus piazza il colpo del sorpasso: iniziativa a destra di Clemenza, il migliore in campo, e pallone a centro area per Mota Carvalho che beffa Milesi e Bertozzi con una splendida girata di destro. Un gol che però non dà nessuna scossa al Piacenza che non riesce in alcun modo a creare gioco e che, al contrario, subisce le iniziative sempre più rapide dei quattro attaccanti juventini che non offrono alcun punto di riferimento. Franz toglie Giandonato e affida la regia a Bolis, ma non ci sono riscontri. Nemmeno l’ingresso di Sestu per Sylla sortisce effetti con i torinesi sempre in totale controllo e in grado di mettere a ferro e fuoco la difesa piacentina. Non pervenuto nel corso della ripresa il Piacenza, mai al tiro e disastroso in fase di costruzione del gioco. Solo in pieno recupero un timido tentativo di Forte senza fortuna. Poco appariscente ma di sostanza invece la prova del piacentino Nicolò Fagioli, schierato nelle vesti di regista puro al fianco di Touré.

Domenica prossima, in programma c’è la gara con l’Arzignano ma, stando alle ultime notizie, potrebbe essere confermato il blocco del campionato come protesta per le mancate concessioni del Governo alla Lega Pro sul tema della defiscalizzazione.

PIACENZA-JUVENTUS UNDER 23 1-2
MARCATORI Cattaneo al 7′ e Rafia su rigore al 38′ p.t.; Mota Carvalho al 2′ s.t.
PIACENZA (3-5-2) Bertozzi; Della Latta, Milesi, Pergreffi; El Kaouakibi (dal 17′ s.t. Zappella), Nicco (dal 33′ s.t. Corradi), Giandonato (dal 17′ s.t. Bolis), Cattaneo (dal 33′ s.t. Forte), Imperiale; Paponi, Sylla (dal 26′ s.t. Sestu). (Ansaldi, Del Favero, Marotta, Scotti, Nannini). All. Franzini
JUVENTUS UNDER 23 (4-2-3-1) Nocchi; Oliveira (dal 1′ s.t. Di Pardo), Alcibiade, Coccolo, Frabotta; Fagioli, Touré; Rafia (dal 10′ s.t. Han), Clemenza (dal’ 33′ s.t. Beruatto), Zanimacchia (dal 33′ s.t. Olivieri); Mota Carvalho. (Loria, Siano, Peeters, Lanini, Mulé, Frederiksen). All. Pecchia
ARBITRO Ricci di Firenze
NOTE Ammoniti Nicco, Oliveira, Della Latta, Zanimacchia, Pergreffi, Olivieri. Angoli 6-3.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE