Basket Serie A2

Sprofondo Assigeco, nessun effetto Martelossi: Udine passa al Palabanca

16 febbraio 2020

Nemmeno il cambio di allenatore sortisce effetto. L’Assigeco cade rovinosamente al Palabanca con Udine che prevale con il punteggio di 77-56 e mettendo ancora una volta in mostra i limiti dei biancorossoblu incapaci di reagire all’attuale momento di crisi, culminato con l’esonero di Ceccarelli e il successivo arrivo di coach Martelossi. Una prima in panchina da dimenticare per il neo tecnico che non è riuscito evidentemente, nei pochi giorni di allenamenti fino ad ora diretti, ad invertire la tendenza e rivitalizzare una squadra che pare svuotata e priva di certezze. Nove sconfitte nelle ultime undici gare parlano chiaro circa il momento dei piacentini che, nonostante un buon avvio di gara, si sono arresi ai friulani che sono cresciuti con il trascorrere dei minuti, palesando una gran difesa in grado di soffocare i tentativi di Hall e compagni. Nemmeno gli statunitensi dell’Assigeco hanno vissuto una gran domenica e ora la classifica si fa sempre più preoccupante. Prossimo turno, mercoledì 26 febbraio, ancora al Palabanca, con un’avversaria proibitiva come Forlì.

L’inizio di partita dei biancorossoblu è stato incredibilmente perfetto. 28 punti in 7’ con 6/6 da tre punti 4/4 ai liberi e 3/3 da due punti. Un parziale che avrebbe tramortito chiunque, ma non una squadra esperta come Udine. I friulani hanno saputo attendere il calo delle percentuali dei biancorossoblu, andando a contatto già alla prima sirena.

Nel secondo quarto la musica non cambia: in 7 minuti l’Assigeco segna pochissimo e la difesa non morde. Udine risponde con il 70% dal campo e mette la testa avanti. Piacenza prova a reagire al rientro dall’intervallo lungo, ma l’attacco resta troppo legato all’esito del tiro da tre punti e Udine non fa sconti: un gioco da 4 punti di Nobile manda gli ospiti sul massimo vantaggio del 47-59 del 30’. A mettere la parola fine sulla partita è un tracciante di Amato che manda Udine a +16 (68-52), mentre l’Assigeco non trova più la forza di rientrare.

 Il secondo tempo che ha visto Udine alzare il tono in difesa e allungare in maniera definitiva nei primi minuti dell’ultimo quarto.

Pur non in perfette condizioni fisiche Jazz Ferguson ha realizzato 15 punti, 10 a testa per Santiangeli e Hall.

 L’Assigeco chiude con 19/55 dal campo e un 3/25 da tre dopo il 6/6 iniziale dalla lunga distanza. Udine ha controllato anche i rimbalzi (39-27) e ha perso più palloni (15 contro 13).

 PROSSIMA AVVERSARIA Unieuro Forlì, mercoledì 26 febbraio, alle 20.30, al PalaBanca.

 ASSIGECO PIACENZA – APU UDINE 56-77

(28-25, 11-20, 8-14, 9-18)

 Piacenza: Ferraro ne, Montanari ne, Ferguson 15, Molinaro 8, Rota, Gasparin 6, Ammannato, Piccoli 7, Ihedioha, Santiangeli 10, Hall 10, Jelic ne. All. Martelossi.

 Udine: Cromer 23, Gazzotti 4, Amato 15, Antonutti ne, Zilli 8, Osasenaga ne, Beverly 11, Strautins 6, Nobile 7, Penna 3. All. Ramagli.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Sport