Calcio

Vecchio Piacenza, tre indagati per bancarotta a processo il 23 ottobre

31 luglio 2020

Ancora strascichi giudiziari per il “vecchio” Piacenza Calcio, quello dichiarato fallito nel giugno 2012.
Coinvolti due personaggi di primo piano della società dal 2007 al 2011 e il titolare di un’azienda modenese di mediazione sportiva. Maurizio Riccardi, amministratore delegato della società all’epoca e uomo di fiducia dell’ex presidente Fabrizio Garilli, Antonino Imborgia, direttore sportivo e il modenese Giuseppe Galli sono stati rinviati a giudizio dal pm Antonio Colonna e convocati per l’udienza preliminare dal Gip Luca Milani (udienza fissata il 23 ottobre alle ore 12 al Tribunale di Piacenza).
Viene contestato il reato di bancarotta, che sarebbe consistita nella distrazione di 1.370.000 euro, avvenuta attraverso il pagamento di fatture di terzi prive di giustificazione e di controprestazioni.
Vale a dire che, a fronte dell’uscita di denaro, il Piacenza F.C. Spa non avrebbe ricevuto alcuna prestazione in cambio.

I dettagli in edicola con Libertà
.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE