Scanferla scalpita: “Per me dovrà essere l’anno della consacrazione”

19 Agosto 2020

Siamo a metà del terzo set della sfida Gas Sales-Kioene Padova del 30 novembre scorso, i biancorossi conducono per 14-10. Kooy intercetta il pallone con un braccio e la sfera varca il campo dirigendosi a velocità supersonica verso la tribuna. «Un punto perso» sospirano i più. Improvvisamente una “scheggia” con indosso la maglia numero 2 si lancia verso i tabelloni e in volo recupera la palla, rendendola di nuovo giocabile. L’azione prosegue frenetica e Krsmanovic la conclude murando il tentativo di un avversario. Il Palabanca esplode. Fuori non c’è che una manciata di gradi ma dentro è una bolgia. Gli applausi sono tutti per lui, per quel giovane sfrontato che ha compiuto il salvataggio impossibile e che risponde al nome di Leonardo Scanferla.

Basterebbe questa azione – che ha spalancato le porte del cuore dei tifosi piacentini al libero classe 1998 – per descrivere la grinta e la qualità di questo ragazzo cresciuto nel settore giovanile della Kioene Padova e che in maglia biancorossa, la passata stagione, “si è guadagnato i galloni” di giovane più interessante dell’intera Superlega. Inevitabile che la società di Elisabetta Curti abbia puntato forte su di lui anche in previsione dell’imminente campionato.

Il recente mercato ha portato in dote una ricca schiera di campioni. Eppure Scanferla, a bocce ferme, è ancora il libero titolare. Una bella soddisfazione. “Più che soddisfazione direi una grande responsabilità – commenta il diretto interessato -. Sarà un anno impegnativo: tante squadre, compresa la Gas Sales, si sono rafforzate e il campionato si preannuncia come sempre di altissimo livello. Dal punto di vista personale vorrei che fosse la stagione della consacrazione. Ogni anno cerco di fare uno step in più, alzando l’asticella e cercando di imparare dai compagni più esperti. Sono molto carico e spero di riuscirci”. 

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà