Boxe Piacenza e Salus Et Virtus, vittorie e bei match nel segno di Marvin Hagler

18 Marzo 2021

Sono stati giorni difficili per la boxe mondiale, segnata dall’improvvisa scomparsa del “meraviglioso” Marvin Hagler. E proprio nel segno del grande campione americano, tra l’altro molto legato al nostro Paese, i pugili della Cr Boxe Piacenza e della Salus Et Virtus sono saliti sul ring per omaggiarlo nel modo migliore: combattendo con grinta e una buona dose di tecnica.

Tecnica che sicuramente non è mancata ad Ilaria Tosca, Élite seconda serie allenata dal maestro Nicola Campanini, che a Genova Prà (presso la palestra della Asd Élite Club Pegli) ha dato vita ad un acceso confronto al cospetto della beniamina di casa Silvia Nocentini, nei 57 chili. La 28enne portacolori della Boxe Piacenza, fresca della partecipazione agli Italiani assoluti di Avellino, è riuscita a strappare un bel pareggio, confermandosi ancora una volta atleta battagliera e preparata.

Secondo alfiere del maestro Campanini impegnato sul quadrato ligure, l’elegantissimo prima serie Roberto Betancourt. Nei 56 chili, il pugile piacentino ha perso ai punti contro il ligure Francesco Zambarino del Boxing Club Genova. Verdetto che in realtà ha fatto un po’ storcere il naso all’angolo biancorosso, visto l’equilibrio del match e la qualità dei colpi assestati dal giovane della Boxe Piacenza.

Estremamente redditizia anche la trasferta della Salus et Virtus del maestro Roberto Alberti in terra reggiana: presso il palazzetto della Boxe Tricolore, il peso medio Nicola Bolis ha battuto ai punti l’avversario Lorenzo Bertolini, portacolori della squadra locale, dando prova di buona solidità e potenza. Grande risultato anche per il debuttante Marjus Tabaku, che nei 56 chili ha sconfitto ai punti l’atleta schierato da Reggio Emilia Lucian Cazimov. Per lui tanta grinta e una buona velocità che lasciano ben sperare per il futuro.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà