La salvezza è blindata: il Piace sbanca il “Piola”, Cesarini e Lamesta giustizieri

25 Aprile 2021

Il Piacenza Calcio è salvo e sarà al via del prossimo campionato di serie C. Sarebbe stato sufficiente un punto, ma come spesso è capitato in questi ultimi mesi, i biancorossi si sono rivelati giustizieri delle “grandi”: dopo Como e Alessandria, anche la Pro Vercelli ha pagato dazio di fronte ad una nuova domenica quasi perfetta da parte di Corbari e compagni che, con un turno ancora da disputare, possono finalmente tirare il fiato dopo mesi costellati da difficoltà, imprevisti e anche un pizzico di sfortuna. 2-0 il risultato finale: Cesarini nel primo tempo, Lamesta nella ripresa hanno steso una Pro che ha chiuso in balìa del Piacenza. Il tutto in una domenica in cui il Como ha saputo piegare l’Alessandria nello scontro diretto: per il piacentino Bertoncini grande festa vista la conquista della serie B con un turno di anticipo.

Tornando al Piace, gruppo che ha saputo svoltare dopo un girone di andata nel corso del quale l’era Manzo non ha fruttato quanto sperato alla vigilia dell’avventura: nel turno discendente, con l’avvento di mister Scazzola e l’arrivo di alcuni acquisti (vedi Marchi, Tafa, Sulijc e Cesarini), il ritmo è aumentato in maniera evidente conquistando anche alcune vittorie di grande prestigio che hanno posto in sicurezza da amare sorprese la squadra. Tra i simboli della riscossa biancorosa, Andrea Corbari, la vera rivelazione del torneo del Piace. Oggi a Vercelli, Palma e soci hanno conquistato la sesta, e ultima, vittoria esterna delle dodici complessive.

LA PARTITA
Mister Scazzola ha cambiato uomini e modulo: il Piace si è presentato con un 4-3-1-2. Turno di riposo per Marchi, rimpiazzato al centro della difesa da Tafa. A metà campo Corbari, Palma e Sulijc, mentre Cesarini è chiamato a suggerire per la coppia De Respinis-Gonzi, con quest’ultimo a svariare su tutto il fronte offensivo.

Avvio di gara a ritmi altissimi con i biancorossi a un passo dal vantaggio già dopo quattro minuti: sballata la mira di Pedone che ha sciupato una clamorosa chance all’altezza del dischetto del rigore al termine di un’azione avviata dal gran colpo di tacco di Cesarini. Un’opportunità che sveglia i piemontesi che provano a reagire affidandosi alla fisicità di Comi: bravi i difensori di Scazzola a mantenere la copertura con Stucchi quasi mai chiamato in causa. I ritmi calano con la Pro che tiene il pallino ma al 27′ la svolta: calcio d’angolo sul quale è De Respinis a fare da torre per il tuffo di Cesarini che mette dentro il suo terzo centro stagionale. Subito dopo grande occasione per il raddoppio con Gonzi, ma sul suo destro secco è stato Saro a respingere non senza problemi. Nel finale, agevole controllo da parte di un Piace che non soffre particolarmente i timidi tentativi della formazione di Modesto che, di fatto, non ha creato alcuna palla gol nel corso dei primi 45 minuti. Solo all’ultimo istante, il portiere biancorosso ha risposto da campione sul tiro velenoso di Della Morte.

Ripresa senza cambi subito dopo l’intervallo con la Pro Vercelli che prova a riprendere in mano una sfida in cui la retroguardia biancorossa si muove con grande sicurezza e fornendo la costante impressione di poter soffocare le confuse iniziative dei padroni di casa. Al 12′ è addirittura il Piacenza a sfiorare il raddoppio con una conclusione spettacolare di Gonzi: pallone sul fondo ma conclusione complicata per l’esterno offensivo ex Albinoleffe. Tre minuti dopo, altra occasione. Questa volta è stato De Respinis a incornare di testa un gran cross di Scorza, da poco entrato in campo al posto di un acciaccato Corbari: bravissimo Saro a ribattere di piede. La reazione della Pro arriva a cavallo tra il 24′ e il 25′: prima Comi di testa subito dopo Della Morte con una conclusione di controbalzo, non trovano lo specchio da ottima posizione. Ma il Piacenza è rimasto in agguato e con l’arma prediletta, il contropiede, ha saputo colpire subito dopo la mezz’ora: fuga di Lamesta che, dopo l’assistenza di Scorza, ha colpito con il destro e mandando in estasi tutto quanto il gruppo, Scazzola compreso protagonista di una gran corsa verso i suoi uomini.

Domenica prossima l’ultima fatica della stagione: al Garilli arriverà la Juve Under 23 del piacentino Fagioli, ma saranno 90 minuti che saranno soltanto passerella purtroppo di fronte alle tribune deserte dello stadio della Galleana.

PRO VERCELLI-PIACENZA 0-2
MARCATORE Cesarini al 27′ p.t.; Lamesta al 30′ s.t.
PRO VERCELLI (4-2-3-1) Saro; Clemente, Masi, Hristov, Iezzi; Awua, Emmanuello (dal 33′ s.t. Costantino); Zerbin (dal 33′ s.t. Romairone), Rolando (dal 33′ s.t. Erradi), Della Morte; Comi. (Tintori, Scalia, Esposito, Merio, Carosso). All. Modesto
PIACENZA (4-3-1-2) Stucchi; Pedone (dal 25′ s.t. Martimbianco), Battistini, Tafa, Simonetti; Corbari (dal 13′ s.t. Scorza), Palma, Sulijc; Cesarini (dal 36′ s.t. Maio); Gonzi, De Respinis (dal 25′ s.t. Lamesta). (Libertazzi, Miceli, Saputo, Babbi, Galazzi, Breganti, Visconti, Cannistrà). All. Scazzola.
ARBITRO Collu di Cagliari
NOTE Ammoniti Masi, Battistini, Pedone e Martimbianco.

LA FOTOGALLERY DI CLAUDIO CAVALLI

Le congratulazioni del Sindaco Patrizia Barbieri e dell’Assessore Stefano Cavalli

“Un risultato straordinario che premia il grande impegno del Presidente Roberto Pighi e dei suoi collaboratori, le capacità dello staff tecnico e di tutti i giocatori a cui rivolgiamo a nome della città le più sentite congratulazioni”.

Con queste parole il Sindaco Patrizia Barbieri e l’Assessore allo Sport, Stefano Cavalli, salutano la vittoria di oggi del Piacenza Calcio, che significa salvezza con una giornata di anticipo nel campionato di Serie C, sottolineando “lo stretto legame d’affetto che unisce la nostra comunità e il Piace, che è un patrimonio della città di cui siamo orgogliosi”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà