Dalla Bonatti a Vrenozi: domani torna la grande boxe. Riunione alla Salus

01 Giugno 2021

La Salus et Virtus festeggia la riapertura delle palestre con una riunione pugilistica mista ricca di contenuti tecnici e agonistici mercoledì pomeriggio (ore 16.30) al palasport di via Alberici.

Come consuetudine, il programma allestito dal maestro Roberto Alberti è generoso per quantità e qualità presentando una decina di incontri dilettantistici con l’aggiunta di un match tra professionisti. Naturalmente i protagonisti saranno gli allievi del maestro Alberti tra cui spicca un nome d’eccezione: quella della pluricampionessa italiana Roberta Bonatti che, libera da impegni internazionali con la rappresentativa azzurra i cui più forti esponenti appartenenti alle categorie olimpiche (purtroppo non quella della Bonatti) sono impegnati negli ultimi tornei per ottenere il pass olimpico nel tentativo di allargare la partecipazione italiana attualmente drammaticamente ferma a solo due pugili (la Carini e Cavallaro).

Nell’occasione la Bonatti, piacentina pura cresciuta nella Salus e attualmente appartenente all’Arma dei Carabinieri, affronterà la compagna di palestra Hasnaa Bouyi alla quale concede a rivincita dopo il match disputato sei mesi fa a Bologna.

Sempre in campo femminile sarà interessante assistere al debutto con la maglia della Salus et Virtus della campionessa italiana Jessica Altadonna cresciuta nella Boxe Piacenza e recentemente passata sotto le cure del maestro Alberti per dimostrare tutto il suo valore. Sempre in campo femminile le “salussine” Giulia Bersani e Linda Andreatta disputeranno un match d’allenamento non avendo recuperato avversarie.

Interessanti, per motivi vari, saranno gli altri incontri che i ragazzi di Alberti sosterranno contro una quotata rappresentativa lombarda, veneta ed emiliana. Assisteremo così ai ritorni, dopo una prolungata sosta, dei vari Nosa Olomu, negli élite 75kg, e di Helton Hoti, bravi ma dal rendimento altalenante. Quindi ci aspettiamo momenti di crescita da parte del giovane peso leggero Marius Tabaku e del giovane promettente peso massimo Alessandro Mazzocchi, mentre dal medio Nicola Bolis ci attendiamo una conferma delle sue indubbie qualità già evidenziate nei match precedenti. Tra i dilettanti, però, il clou lo sosterrà il peso piuma Amin Bilal al rientro dopo la conquista della medaglia di bronzo agli “italiani”. Ragazzo solido, dotato di ottima tecnica e di discreta potenza il pupillo di Alberti sa esprimere spettacolarità e sostanza alle sue prestazioni giunte, ormai, al 48° impegno. Completerà il programma il match tra i professionisti pesi welter Xulijus Vrenosi e Xulius Metushi. Si tratta di un derby tra pugili albanesi residenti in Italia sempre molto combattivi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà