I Lyons “pescano” in Argentina: in bianconero la terza linea Santiago Portillo

09 Luglio 2021

Dopo l’acquisto del mediano d’apertura Maximo Ledesma, si allarga ancora di più la colonia argentina in casa Lyons: è in arrivo a Piacenza il nuovo numero 8 Santiago Portillo, che va così a completare il reparto di terza linea della rosa bianconera.

Portillo è un giocatore nel pieno della maturità, dato che compirà 26 anni il prossimo 21 novembre, con già un’importante carriera in patria. Cresciuto nella città di Tucuman, come gli altri bianconeri Romulo Acosta e Ledesma, vanta due partecipazioni alla Junior Rugby World Cup con l’Argentina U20, nel 2014 e 2015, una stagione di Currie Cup disputata con i Jaguares e diverse apparizioni con gli Argentina XV, squadra di sviluppo della Nazionale Maggiore argentina. Nelle ultime due stagioni ha invece preso parte alla Super Liga sudamericana tra fila della franchigia di Cordoba, i Ceibos, nel 2019/20, e dei Cileni del Selknam nel 2020/21, venendo anche inserito nel miglior XV del torneo.

In campo Portillo garantisce grande impatto fisico e presenza in attacco, e dall’alto dei suoi 195cm e 106kg può ricoprire anche il ruolo di seconda linea. Si tratta di un ottimo ball carrier con anche una grande propensione al mantenere vivo l’attacco con passaggi off-load quando viene placcato. Costituisce inoltre un’importante opzione in rimessa laterale, reparto che necessitava di essere rinforzato dopo le partenze di Tedeschi e Masselli.

Il direttore sportivo di Sitav Rugby Lyons Stefano Nucci ha analizzato il nuovo arrivato tra le file bianconere, in un ruolo in cui vi era la necessità assoluta di intervenire: “Il ruolo di terza linea, adattabile anche in seconda, era una delle nostre priorità sin dal principio, e siamo molto soddisfatti di esserci assicurati un giocatore importante come Santiago Portillo. Si tratta di un ball carrier naturale ma che sa anche essere rapido nel breve, e riteniamo che le sue caratteristiche possano sposarsi bene con lo stile di gioco che lo staff tecnico vuole sviluppare sia con le doti dei giocatori che abbiamo già in rosa. Nella scorsa stagione il nostro reparto di terze e seconde linee si è rivelato ottimo in difesa ma un po’ in sofferenza nel guadagnare terreno in attacco, e Portillo dovrà aiutarci ad avere più soluzioni in questo senso. Inoltre, con la sua esperienza e doti atletiche è un sostituto naturale di Lorenzo Masselli per quanto riguarda il gioco in rimessa laterale, dove siamo sicuri darà un importante contributo. Riponiamo grande fiducia in lui e non vediamo l’ora che si unisca al nostro gruppo entro la fine del mese di luglio.”

Nucci ha poi svelato quali obiettivi rimangono nel completamento della rosa, che potrà sfruttare anche l’aggiunta di uno slot per giocatori stranieri in lista gara apportata dalla Federazione per quanto riguarda il Peroni Top 10: “In realtà per noi sarà come avere due slot in più in lista gara, poiché con i nuovi criteri di eleggibilità Acosta rientrerà come giocatore “italiano” in lista gara visto che risiede in Italia da 7 anni. In questo senso, ci siamo già mossi per aggiungere un nuovo elemento in rosa che verrà annunciato presto. Per gli obiettivi che ci siamo posti in sede di mercato mancano solo da aggiungere un utility back e un pilone, quindi possiamo dirci soddisfatti della nostra estate.”

© Copyright 2021 Editoriale Libertà