Caso Polo, stangata dal tribunale antidoping: il centrale squalificato due anni

27 Luglio 2021

Due anni di squalifica, a decorrere da ieri e con scadenza al 1 aprile 2023. E’ quanto si è visto comminare il centrale della Gas Sales Bluenergy Volley Piacenza Alberto Polo, sospeso in via cautelare dal tribunale nazionale antidoping a seguito di un controllo al termine della gara disputata il 14 marzo scorso contro Trento.

“La Gas Sales Bluenergy Volley Piacenza – si legge in una nota diffusa dalla società – è rammaricata sia per la vicenda, sia per l’atleta, che si è sempre contraddistinto per impegno e serietà nel corso della sua prima stagione in biancorosso.

“Siamo da sempre per uno sport pulito e contro qualsiasi tentativo di scorciatoia come il doping” dichiara il direttore generale Zlatanov. “La squalifica di Alberto – ha aggiunto – è una brutta notizia per un giocatore che ha confermato con noi di essere un centrale di alto livello ed è un duro colpo, assolutamente inatteso, anche per il nostro club, in quanto operiamo nel pieno rispetto di tutte le regole e dell’etica sportiva: prendiamo pertanto atto della squalifica in attesa di conoscere le motivazioni del giudice”.

La Gas Sales Bluenergy ribadisce, infine, di essere “del tutto estranea a quanto accaduto”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà