A Volley Piacenza i campioni della Gas Sales: “Non vediamo l’ora di iniziare”

05 Ottobre 2021

Zlatanov, Tassi, Bernardi, Catania e Recine a “Volley Piacenza”

Si parte tutti insieme con grandi ambizioni. Prima puntata del nuovo format di Telelibertà “Volley Piacenza #atuttogas”, andata in onda martedì 5 ottobre su Telelibertà.

Il programma, condotto da Marcello Tassi, analizzerà la lunga stagione della Gas Sales Bluenergy Volley Piacenza, che per il suo esordio in tv si è presentata con i suoi “assi”: il direttore generale Hristo Zlatanov, coach Lorenzo Bernardi, lo schiacciatore Francesco Recine e il libero Damiano Catania. Con il contributo dei giornalisti Gian Luca Pasini e Simone Carpanini si è parlato di come è cambiata la squadra e quali saranno le aspettative in questa Superlega 2021/2022 che per i biancorossi inizierà domenica contro Ravenna. Zlatanov ha spiegato come è stato costruito il roster, “con scelte condivise in team, la nostra è un strada che punta sui giovani e l’esempio perfetto è proprio Damiano Catania. Il clima del gruppo per ora è frizzante, c’è sempre emozione per la prima di campionato, speriamo di iniziare con il piede giusto in un torneo che ogni anno diventa sempre più di qualità. Con Ravenna sarà appunto la prima, che è quasi un terno al lotto, sulla carta siamo avvantaggiati, ma questo non conta e vedremo alla fine”.

Anche Bernardi ha posto l’accento sulla linea verde della Gas Sales: “Mi auguro che i giocatori mettano in difficoltà nelle scelte perché vorrebbe dire che stiamo facendo bene, questa squadra è stata costruita con delle caratteristiche che guardano avanti. Ci sono squadre che sono più forti di noi e dunque dobbiamo pensare anche al futuro, ci sono tanti giovani e chi sta meglio gioca. Spero anche che sia una Superlega in cui i giovani abbiano sempre più peso, sarebbe come negli anni ’90 quando eravamo noi a fare la differenza e non gli stranieri. Partiamo da un presupposto di grandi ambizioni, con un gioco di squadra importante, e questa estate abbiamo avuto la conferma che con questo spirito si possono fare grandi cose, noi dobbiamo metterci nelle condizioni di fare il meglio possibile. Vorrei vedere fino da subito i risultati del lavoro fatto finora, soprattutto in difesa, e che ci sia la necessaria pazienza quando magari le cose andranno male. Ci vuole pazienza anche per la questione tifosi in presenza, per ora accontentiamoci della capienza consentita”.

Catania ha innanzitutto parlato del suo oro mondiale Under 21 e poi del presente in biancorosso: “È stato bellissimo vincere, ma è già il passato e ora penso a questa nuova avventura con Piacenza. Mi è stato presentato da subito un progetto importante e con tanti campioni per crescere. I tifosi si sono già fatti sentire e li aspetto al palazzetto” Oro al collo anche per Recine nell’Europeo con la maglia azzurra, “un’avventura bellissima terminata con la medaglia d’oro, non ci credevo nemmeno, ma noi siamo una famiglia ed è la nostra forza. La sorpresa del campionato? Trento, che ha parecchi giovani interessanti. La prima sarà contro la mia ex squadra Ravenna, sarà strano e bello e non vedo l’ora di giocare anche per i tifosi, che mi hanno già fatto sentire il loro affetto”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà