Cesarini e Fiorini a Zona Calcio rassicurano: “Ora subito una reazione”

21 Febbraio 2022

Se Fiorenzuola piange, Piacenza non ride. Parafrasando un celebre modo di dire, è così che si può definire il momento attuale delle due squadre piacentine di Serie C. Il Piacenza di mister Scazzola è incappato nella seconda sconfitta consecutiva sul campo della Pro Sesto, dove in questa stagione tutte le altre squadre l’hanno fatta franca. Se la passa addirittura peggio il Fiorenzuola di mister Tabbiani, al suo terzo ko di fila contro la Triestina e ora terzultimo in classifica. E l’orizzonte non regala certo un pizzico di serenità: domani si torna in campo per il recupero nel turno infrasettimanale, i biancorossi se la vedranno al “Garilli” contro una motivata Triestina, mentre i rossoneri saranno impegnati nella complicata trasferta in casa dell’Albinoleffe. Di tutto questo si è parlato ieri sera nell’ultima puntata di Zona Calcio, con ospiti in studio il capitano del Piacenza Alessandro Cesarini e il centrocampista del Fiorenzuola Mattia Fiorini. “Siamo dispiaciuti per la sconfitta di ieri anche se la prestazione è stata decisamente diversa da quella vista contro la Juve, peccato perché avevamo recuperato e ci siamo buttati avanti per vincere, invece abbiamo preso un altro gol che si poteva evitare. Purtroppo, non essendo una squadra di vertice non possiamo vincerle tutte, venivamo da un periodo d’oro e adesso sono arrivate due sconfitte, ma dobbiamo essere positivi perché siamo in piena zona playoff” l’analisi del “mago” Cesarini, che ora si aspetta “una reazione, abbiamo due partite di fila in casa e ne dobbiamo approfittare”. Sul rigore chiesto per fallo su Gonzi, “a fine primo tempo l’arbitro mi ha detto che ha sbagliato a non concederlo…pazienza, non mi piace attaccarmi agli episodi”. Meglio pensare alla prossima gara con la Triestina, “non vediamo l’ora di tornare in campo con i nostri tifosi a trascinarci in casa, sarà una partita difficile e vogliamo reagire”. Il Fiorenzuola deve invece rammaricarsi per il gol subito contro la Triestina, come ha spiegato Fiorini: “Abbiamo giocato bene, hanno trovato un episodio che purtroppo ci ha fatto tornare a casa con zero punti, però il campionato è lungo e vogliamo rifarci subito, soprattutto dal punto di vista della concretezza perché non è solo colpa degli attaccanti, il gol lo possono e lo devono fare tutti, me compreso. Ora i punti iniziano a contare, ma noi le giocheremo tutte per vincere, possiamo farcela per la salvezza”. Domani ci sarà dunque l’Albinoleffe, “io non ci sarò e cercherò di tornare per domenica, sarebbe importante fare punti per affrontare meglio le prossime gare che saranno scontri diretti”. Nella seconda parte del programma spazio al calcio dilettanti con Mario Sparzagni, allenatore del Podenzano, ma soprattutto alle immagini dei tributi sui vari campi ad Andrea Cavanna, calciatore del San Giuseppe scomparso prematuramente a seguito dell’incidente di Podenzano.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà