Bakery sconfitta da Nardò, ai play out biancorossi contro Stella Azzurra Roma

01 Maggio 2022

La Bakery basket cede 63-78 in casa contro Nardò nell’ultima giornata della fase a orologio, prima dell’inizio dei playout.
Coach Campanella schiera Venuto, Bonacini, Raivio, Chinellato e Morse mentre Battistini risponde con Amato, La Torre, Ferguson, Thioune e Poletti.
Avvio di partita con un canestro per parte ad opera di Amato, visto anche all’olimpia Milano, e Chinellato. Il batti e ribatti continua con le penetrazioni vincenti di La Torre e Bonacini. Trascorsi 2:40 nel corso del primo quarto è la bomba di Chinellato a dare il primo vantaggio ai biancorossi, sul punteggio di 7-6.
Si iscrivono alla partita anche Raivio e Morse, portando la Bakery sul 15-12; timeout obbligato per coach Battistini dopo aver concesso l’ennesimo rimbalzo offensivo (8) e canestro ai biancorossi.
Prova a scappar via la Bakery con la tripla del neoentrato Lucarelli e l’ennesimo rimbalzo offensivo per Morse: 18-12 quando mancano 1:48 al termine del primo parziale.
La tripla di La Torre, già 9 punti per lui, e i due liberi di Raivio chiudono i primi 10 minuti sul punteggio di 20-15, facendo presagire una partita contesa sino all’ultimo possesso.
Parte più forte Nardò che prova subito a ricucire il distacco rientrando sul 22-21 grazie ai canestri di Poletti e Amato.
Mini parziale bruciante di Nardò, che con la bomba di La Torre e i canestri di Ferguson ed Amato, si porta avanti sul 22-29 alla metà esatta del quarto. Momenti di apprensione per Fallucca, che cadendo si infortuna alla bocca ed è costretto ad abbandonare il terreno di gioco, aiutato dai soccorsi.
Jazzmar Ferguson è una furia: infila due triple a bruciapelo che sancisce un incredibile parziale di 19-2 a favore degli ospiti.
I biancorossi non riescono a interrompere l’avanzata pugliese che va all’intervallo con ben 14 lunghezze di vantaggio da gestire, 27-41, e inerzia pienamente a favore degli ospiti.
L’accoppiata Raivio-Morse prova a suonare la carica ma i meccanismi offensivi si inceppano ben presto, permettendo ad Amato di iniziare il suo personale show: tre bombe e diversi assist per i suoi compagni che propiziano il 33-52 con cui Nardò si trova a comandare trascorsi 4:20 nel corso del terzo parziale.
Tentativo di rimettere le mani sulla partita da parte dei biancorossi con l’inaspettata tripla di Morse, seguito subito dopo da Raivio ma Nardò è inarrestabile da fuori e dentro l’area: 42-61 con 1:42 da giocare.
Nel corso dell’ultimo, e decisivo, quarto Nardò è abile a gestire i 17 punti di vantaggio accumulati nel corso dei primi 30 minuti; Piacenza trova nei soli Raivio, Morse e Chinellato i punti per provare a diminuire lo svantaggio ma la mole di gioco prodotta non è abbastanza.
Nardò vince meritatamente la partita con il punteggio di 63-78, conquistando il vantaggio campo nella fase dei playout che la vedrà contrapposta a Capo d’Orlando; per la Bakery invece sarà una serie al cardiopalma contro la Stella Azzurra Roma.

IL TABELLINO
BAKERY PIACENZA: Bonacini 8, Lucarelli 9, Raivio 20, Donzelli ne, Morse 11, Sacchettini ne, Chinellato 11, Czumbel 3, El Agbani, Venuto 1, Carone ne, Balestra ne. Allenatore: Federico Campanella
NEXT NARDO’: Tirtyshnik ne, Thioune 6, Bergstedt 6, Jerkovic 2, La Torre 14, Ferguson 15, Jankovic, Baccassino, Fallucca, Poletti 9, Amato 26. Allenatore: Michele Battistini

Parziali: 20-15, 27-41, 44-61, 63-78

© Copyright 2022 Editoriale Libertà