La Gas Sales batte Verona 3-1 e si guadagna la finale per l’Europa: avversaria Cisterna

07 Maggio 2022

Foto di Claudio Cavalli

Missione compiuta per la Gas Sales Bluenergy Volley Piacenza, che dopo aver battuto Verona al tie-break una settimana fa nel quarto incrocio del girone playoff 5° posto, fa suo anche il remake di questa sera. Unica differenza: in palio c’è il pass per la finalissima di venerdì prossimo (ore 20.45, ancora una volta al PalaBanca), che la squadra di Bernardi stacca in quattro set, partendo a mille e conquistando i primi due set con percentuali offensive a dir poco mostruose, rifiatando nel terzo parziale per poi riprendere in mano il bandolo della matassa nel quarto periodo. Mvp dell’incontro Edoardo Caneschi.

Il cammino di Piacenza in questi playoff che assicurano la partecipazione alla prossima Challenge Cup (terza manifestazione per importanza riservata ai club di tutta Europa) si arricchisce dunque di una nuova vittoria, la sesta consecutiva: il pubblico del PalaBanca spera a questo punto che il 13 maggio arrivi anche la settima, quella che conta di più. La Gas Sales affronterà Cisterna, che ha battuto Monza 3-1.

PRIMO SET – La Gas Sales parte alla grande, appellandosi a un’eccellente prova a muro (7 i punti messi a segno dai due centrali biancorossi, 3 i block a referto), a una ricezione attentissima (43%) e ad un attacco devastante (le statistiche parlano di un 63% di precisione): qualche sbavatura di troppo nel finale, pur non mettendo in bilico l’esito del primo set, increspa leggermente una prestazione sin qui inappuntabile: la squadra di Bernardi (avanti 23-17) smarrisce concentrazione negli istanti conclusivi, Verona si avvicina ma è comunque Piacenza a mettere a terra l’ultimo pallone, quello del 25-22.

SECONDO SET – Nonostante un finale di primo set in calando, Piacenza non perde la bussola, anzi: i ragazzi di Bernardi, così come avvenuto in avvio di gara, recitano il ruolo della lepre con Verona ad inseguire. Il muro di Recine che vale il punto dell’11-4 fa capire ancora una volta come la Gas Sales sia davvero lanciatissima. Questa volta nessun calo di attenzione rallenta la corsa dei padroni di casa, che chiudono i giochi 25-11 con un impressionante 75% in attacco.

TERZO SET – Decisamente più duro per Piacenza il terzo set, con Verona che tenta il tutto e per tutto approcciando al meglio sia a servizio che in attacco. Gli scaligeri si ritrovano avanti di cinque lunghezze, vantaggio destinato a incrementarsi grazie a una prova sontuosa a servizio di Asparuhov (ben 9 i punti messi a segno dal centrale bulgaro) che “taglia” definitivamente le gambe alla Gas Sales. Verona chiude 19-25.

QUARTO SET – I tanti errori in battuta di Piacenza, uniti a soluzioni offensive che spesso si infrangono sul muro gialloblu, consentono a Verona di portarsi presto avanti. La Gas Sales rifiata, Bernardi inserisce Stern al posto di Lagumdzija e l’inerzia del match cambia. I biancorossi si rifanno sotto, riagguantano gli avversari e poi mettono la freccia. Il set si chiude 25-19, Piacenza è in finale.

GAS SALES BLUENERGY VOLLEY PIACENZA-VERONA VOLLEY 3-1

(25-22, 25-11, 19-25, 25-19)

GAS SALES BLUENERGY VOLLEY PIACENZA: Brizard 6, Recine 11, Caneschi 13, Lagumdzija 16, Russell 16, Holt 9, Scanferla (L), Antonov 0, Catania (L), Stern 2, Rossard 1. N.E. Tondo, Pujol, Cester. All. Bernardi, v.All. Massimo Botti

VERONA VOLLEY: Spirito 0, Asparuhov 17, Nikolic 0, Jensen 11, Mozic 16, Cortesia 3, Donati (L), Bonami (L), Vieira De Oliveira 0, Zanotti 4, Wounembaina 1. N.E. Magalini, Qafarena. All. Stoytchev. v.all. Dario Simoni

Arbitri: Caretti, Luciani.

Durata: 30′, 21′, 29′, 26′. Tot.: 106′.

Note: spettatori 1.142.

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà