“La frana dei Sassi Neri rallentò l’impeto del Nure”. Convegno a Farini

22 Marzo 2019

La frana dei Sassi Neri ha evitato ulteriori danni all’abitato di Farini durante l’alluvione del 2015. La frana ha funzionato come una cassa di espansione strozzando il torrente in modo da creare un accumulo di acqua a monte e rallentare la discesa verso valle. La particolarità è diventata un caso degno di analisi approfondita: gli aspetti innovativi degli interventi di monitoraggio e mitigazione del rischio idrogeologico saranno al centro del convegno regionale in programma domani, sabato 23 marzo, a partire dalle 9.30 nel municipio di Farini. L’iniziativa, organizzata dall’Ordine dei geologi dell’Emilia Romagna con la Consulta provinciale di Piacenza, insieme al Servizio Area Affluenti Po della Regione, sarà l’occasione per un sopralluogo al cantiere. L’intervento post alluvione è stato finanziato dalla Regione con un milione di euro. Una realtà molto complessa alla quale hanno lavorato in sinergia più enti e che domani verrà analizzata.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà