Danni per 2mila euro

Non c’è pace per le società calcistiche: ladri svaligiano la sede della Folgore

16 maggio 2018

Società calcistiche piacentine ancora nel mirino dei ladri, che la scorsa notte hanno fatto visita alla sede della Folgore in via Pavia in città. I soliti ignoti sono entrati operando un buco nella rete di recinzione che delimita il campo, prima di scardinare le serrature delle porte e fare incetta di due macchinette del caffè, bibite e vivande presenti nelle cucine. Il danno si aggira intorno ai 2mila euro. Scassinato anche il registratore di cassa, che fortunatamente conteneva solo pochi euro.

Si tratta, ad ogni modo, del secondo furto in pochi giorni per la società del presidente Giampaolo Speroni. “L’ultima volta – afferma il massimo dirigente – ci avevano rubato un computer portatile, un’affettatrice e una cassa musicale. Anche oggi, però, il danno è stato ingente – prosegue il numero uno rossonero -, e ad essere sinceri ci sentiamo indifesi: l’area è infatti molto vasta e dovremo al più presto mettere in luce, attraverso impianti di illuminazione, i punti più bui, senza dimenticare un sistema di videosorveglianza che ci permetta di stare un po’ più tranquilli”.

Poco più di una settimana fa, invece, un’altra società dilettantistica piacentina, la LibertaSpes, aveva ricevuto la visita dei ladri che, in quell’occasione, hanno trafugato tra le altre cose addirittura una caldaia. Un fenomeno, quindi, sempre più frequente ed inquietante.

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE