Rugby

Lyons in piena preparazione, coach Solari: “Puntiamo al primo posto”

31 agosto 2018

Siamo nel pieno della preparazione estiva, con il campionato che partirà ufficialmente domenica 14 ottobre contro Parabiago, ma i Lyons non vedono già l’ora di scendere in campo. La promozione sfumata l’anno scorso, con i bianconeri giunti ad un passo dal ritorno in Eccellenza ma che, nella giornata decisiva, vennero piegati da un Verona che ottenne così il pass per la massima categoria italiana, brucia ancora tanto e il coach Emanuele Solari questo lo sa bene: “Dobbiamo trasformare quella delusione in un nuovo stimolo – assicura il tecnico -, per questo è nostra intenzione ripercorrere lo stesso cammino dell’anno scorso, con l’unica eccezione dell’ultima partita. Per quella abbiamo visto svanire la speranza di salire in Eccellenza, un sogno che, ammetto, pareva ormai raggiunto. Pazienza, voltiamo pagina e pensiamo alla stagione che sta per iniziare: faremo tesoro della beffa subita, ripartendo ancora più forte di prima”.

La scelta della società, che nel frattempo ha cambiato tanto per quanto riguarda la dirigenza, è stata quella di riconfermare gran parte del gruppo dell’anno scorso, inserendo elementi giovani e di valore come l’imponente seconda linea Alberto Grassi (con due anni di Serie A alle spalle) e del pilone Daniele Greco (un ritorno per lui, che nella stagione 2014/2015 fu tra i protagonisti della storica promozione dei Lyons al campionato di Eccellenza). “Credo fermamente che giocare per il secondo anno consecutivo con un gruppo ben rodato sia la chiave giusta per perseguire il nostro obiettivo – prosegue Solari -. Abbiamo comunque perduto Mantvydas Tveraga, accasatosi al Rovigo ed Edd Thrower, ora nello staff del Cus Genova: entrambi giocatori molto forti. Sono ad ogni modo convinto che i nuovi arrivati sapranno sostituirli al meglio”.

Un’ultima battuta il tecnico bianconero lo dedica alla composizione del girone 1: “Sarà un campionato duro e abbastanza lungo come durata, nonché spezzettato. Da un lato ci sarà il modo per gestire alcuni infortuni, che in una stagione così lunga sono inevitabili, ma dall’altro bisognerà stare attenti alle lunghe soste che, nella nostra storia recente, non ci hanno mai fatto bene. Sarà nostro compito gestirci al meglio, organizzando amichevoli e non perdendo mai il ritmo partita. Le nostre avversarie? Si sono pesantemente rinforzate – conclude il coach -, il campionato sarà molto più competitivo degli anni passati anche se noi, come sempre, puntiamo ad arrivare primi“.

CATEGORIE: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE