Decisione del giudice sportivo

L’avventura finisce qui: Pro Piacenza escluso dal campionato di Serie C e radiato. Pannella: “Ho pagato la mia inesperienza”

18 febbraio 2019

Il Pro Piacenza è stato escluso dal campionato di serie C. Questa la decisione del giudice sportivo dopo quanto accaduto ieri a Cuneo, con i rossoneri in campo in soli otto uomini e sconfitti per 20-0. Ventimila euro di sanzione, oltre appunto alla chiusura dell’avventura nel torneo che ha visto il club di via De Longe protagonista di un naufragio clamoroso dopo l’avvento del presidente Maurizio Pannella alla presidenza della società. Poco dopo è anche arrivata anche la radiazione della società rossonera dall’universo Figc: il Pro Piacenza, di fatto, non esiste più.

“Massimo rispetto per le istituzioni calcistiche che hanno assunto una decisione inattesa, ma che rispettiamo appieno – queste le dichiarazioni dello stesso patron rossonero subito dopo la decisione del giudice sportivo -. Avevamo già dichiarato questa mattina che avremmo fatto un passo indietro nel caso in cui non saremmo riusciti ad allestire una squadra per affrontare la gara con il Novara, ora c’è questa esclusione della quale prendiamo atto e per la quale non presenteremo alcun ricorso. “Abbiamo saputo che saremmo scesi in campo soltanto giovedì – ha affermato Pannella – e non siamo riusciti ad organizzarci. Se devo chiedere scusa a qualcuno lo faccio senza problemi, nonostante i mille problemi, ho sempre messo la faccia e anche questa volta non mi sottraggo”. Cento anni di storia cancellati in pochi mesi, ma l’imprenditore romano non si sente l’unico colpevole per questo naufragio: “Ho rilevato il Pro all’ultimo istante utile quando in estate era ormai destinato alla sparizione. Ho pagato a caro prezzo la mia inesperienza nel mondo del calcio, ma non mi sento il solo responsabile per l’epilogo di questa società centenaria”.

Non si è fatto attendere, inoltre, il commento alla vicenda da parte del presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli: “Oggi il giudice sportivo ha preso la decisione più corretta che potesse assumere – ha affermato il numero uno della Lega. – Le violazioni perpetrate al sistema sono state tante e tali da avere quale unica conclusione quella alla quale è giunto il giudice sportivo. Dopo quella del Matera anche l’esclusione del Pro Piacenza deve portare a riflettere e ad agire affinché ciò non accada più. In questo senso – ha concluso Ghirelli – per non trovarsi di nuovo in questa situazione occorre procedere alla riforma: missione di ogni campionato, sostenibilità economica, regole ed applicazione rigida delle stesse. La serie C deve fare in modo spietato un’analisi su se stessa. Avremo ancor più credibilità facendo così, non avendo timore di discutere di noi”.

QUESTO IL COMUNICATO INTEGRALE

LE DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE DELLA LEGA PRO FRANCESCO GHIRELLI

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE