Caffè freddo? I consigli per farlo buono come al bar

Di Debora Saccardi 28 Luglio 2022

L’aroma di caffè non è mai abbastanza! Se anche voi come me siete appassionati di quella fumante tazzina di coffea, che sia a colazione, per una piccola carica a metà mattinata o per concludere un pasto, sono sicura che apprezzerete anche la versione fredda, che con il caldo di quest’estate rovente ci sta come la ciliegina sulla torta.

Preparare il caffè freddo

Prima facciamo un attimo dì chiarezza. Il caffè freddo propriamente detto, ci riporta alla memoria, la bevanda leggermente o per nulla zuccherata, a volte diluita con un pò d’acqua, che con orgoglio le nonne conservavano nel frigorifero nei mesi estivi. Oggi il noto caffè freddo, si serve in un bicchiere con ghiaccio e su richiesta, è possibile aggiungere lo zucchero, meglio se liquido. Il tutto viene semplicemente mescolato prima di essere servito. Il caffè shakerato invece, decisamente più cool, si prepara in modo diverso. Infatti lo strumento indispensabile per realizzarlo è lo shaker. Senza shaker si può fare? La risposta è sì. Qualora mancasse nel vostro armamentario casalingo questo simpatico strumento, può essere sostituito da un vasetto di vetro o un frullatore, togliendo però un pò di poesia al gesto tecnico che tanto affascina quando viene preparato al bar.

Qualche utile raccomandazione prima di iniziare la preparazione di questo caffè rinfrescante è d’obbligo:

– raffreddate bene il bicchiere di servizio

– ricordate che il bicchiere più idoneo è la coppa Martini, sostituibile con un flûte o un tumbler basso

– il caffè freddo va consumato subito, soprattutto se shakerato, per evitare che la caratteristica schiuma si afflosci e svanisca

La ricetta per preparare il caffè freddo shakerato è davvero facile da ricordare. Per una persona, ecco gli ingredienti che vi serviranno:

– 1 tazzina di caffè, espresso o moka ma per favore non usate quello solubile

– 1 cucchiaino di zucchero, preferibilmente liquido

– 4 cubetti di ghiaccio

Raffreddate lo shaker e il bicchiere in congelatore per qualche minuto.

Aggiungere i cubetti di ghiaccio e lo zucchero nello shaker.

Preparare il caffè e versarlo nello shaker. Chiuderlo e shakerare vigorosamente per circa 30 secondi. Versare il caffè shakerato nel bicchiere a disposizione.

Servire tal quale o accompagnato da chicchi di caffè o scaglie di cioccolato.

Le varianti

C’è chi lo preferisce corretto e i liquori più gettonati sono sambuca, crema al whisky, amaretto.

Andranno aggiunti nello shaker, prima del caffè.

Per chi invece predilige la versione golosa con aromi tostati, che ricordano la frutta secca o le spezie, largo ai topping al cioccolato, alla nocciola o alla vaniglia. In alternativa, anche una spolverata di cacao amaro o cannella sulla tipica schiuma andranno bene!

Rientrano nella categoria del caffè freddo anche il latte macchiato con aggiunta di cubetti di caffè ghiacciato e il frappuccino, in cui caffè, latte, panna o gelato, ghiaccio, vengono frullati fino ad ottenere una consistenza cremosa.

Non vi resta che preparare il vostro caffè freddo preferito!

© Copyright 2022 Editoriale Libertà