Gamescom 2022 al via con una vagonata di trailer nella serata d’apertura

Di Andrea Peroni 24 Agosto 2022

Vai alla pagina principale di Gaming

Agosto, da anni, significa una sola cosa per gli appassionati di videogiochi: Gamescom, la fiera videoludica che si tiene a Colonia. Fermata dalla pandemia Covid-19 negli ultimi anni, la fiera torna in presenza con la conduzione di Geoff Keighley, che da buon padrone di casa ha aperto la kermesse tedesca con una serata iniziale ricca di trailer.

Gli organizzatori avevano anticipato che le novità rilevanti sarebbero state poche, del resto l’E3 è ancora abbastanza recente e i grandi publisher che ancora devono rivelare le proprie carte, come Sony e Nintendo, hanno mancato la fiera. La Gamescom è stata comunque un’ottima vetrina per dare uno sguardo ad alcune delle più curiose novità in arrivo nei prossimi mesi.

Insieme a un brevissimo filmato dedicato al nuovo DualSense Edge, una versione avanzata dell’attuale controller di PlayStation 5 comprensivo di funzionalità rivolte soprattutto ai pro player, i protagonisti assoluti e più attesi della serata sono stati certamente Hogwarts Legacy e Gotham Knights. Dal mondo di Harry Potter alla città di Batman, i due giochi targati Warner Bros. sono ormai vicini alle rispettive date di uscita, dopo tanta attesa: Gotham Knights è previsto per il 21 ottobre, mentre per Hogwarts Legacy l’attesa sarà un po’ più lunga – 10 febbraio. Poco male, perché ciò darà qualche mese in più agli sviluppatori per limare i dettagli, visto anche l’elevato livello di interesse intorno al progetto.

 

 

Il tema dominante, comunque, è quello della fantascienza. Sono innumerevoli infatti i titoli sci-fi che si sono palesati nel corso della serata d’apertura, tra i quali spiccano sicuramente The Callisto Protocol (erede spirituale di Dead Space, in uscita a dicembre), New Tales from the Borderlands (ottobre, su tutte le piattaforme), e naturalmente High on Life, il curioso sparatutto in prima persona dal tono irriverente e ricco di umorismo dall’autore della serie animata Rick and Morty. Previsto per Xbox e PC a dicembre, si tratta di un gioco che ha catturato l’attenzione sin dal suo reveal di giugno, ed è tra i più attesi di questa seconda metà dell’anno.

Le alternative, comunque, sono tante. Nonostante il ricorrente tema sci-fi, il range di varietà tra le produzioni messe in mostra alla Gamescom è abbastanza ampio da dare a ogni giocatore qualcosa di interessante da seguire nei prossimi mesi, per tutti i gusti. Si va da Sonic Frontiers, il gioco open world 3D del porcospino di Sega che tenta un nuovo rilancio, a The Lords of the Fallen, reboot dell’omonimo gioco action fantasy. Non sono mancate sorprese, quali ad esempio il gioco multiplayer online Dune: Awakening di Funcom, ispirato alle opere di Frank Hertbert, a Everywhere, il curioso nuovo titolo dal creatore di Red Dead Redemption e Gta, passando poi per Stranded, Atlas Fallen, il simpatico Moving Out 2, The Expanse e Where Winds Meet, action ambientato nella Cina Feudale.

 

La nostra è inoltre l’epoca del ritorno in voga di gestionali e strategici, oltre che di grandi nomi del passato. Ed ecco allora, tra novità e sorprese, che Bandai Namco mostra nuovamente Beyond Park, dove possiamo costruire il nostro parco divertimenti e gestirlo in tutto e per tutto, mentre Xbox rilancia il suo Age of Empires 4 con una nuova espansione gratuita che introduce due nuove civiltà. Devolver Digital, invece, si limita ad annunciare la data di uscita di uno dei videogiochi più attesi di sempre: Return to Monkey Island sarà disponibile tra meno di un mese, più precisamente dal 19 settembre, su Switch e PC.

In chiusura, come avevano già suggerito le indiscrezioni, è tornato a farsi vedere anche Dead Island 2 con un trailer adrenalinico e scanzonato nonostante l’invasione di non-morti. Annunciato per la prima volta nel 2014 e poi passato di mano più e più volte tra diversi studi di sviluppo, il survival a base di zombie uscirà finalmente a febbraio del prossimo anno, con buona pace di chi lo dava per spacciato. Saprà mantenere l’enorme carico di aspettative?

© Copyright 2022 Editoriale Libertà