Iren, piano industriale 2015: “Investiremo nel servizio idrico piacentino”

06 Febbraio 2013

Iren ha presentato l’aggiornamento del Piano Industriale al 2015. Balza all’occhio la posizione finanziaria netta che è in contrazione per circa 700 milioni di euro rispetto al 2011 e a fine piano inferiore a 2 miliardi di euro.
A parlare con i giornalisti è stato il presidente Roberto Bazzano che ha definito il “piano abbastanza cautelativo dopo i forti investimenti degli anni scorsi”. Su Piacenza la presenza di Iren intende proseguire sia per il termovalorizzatore sia per la gestione del servizio idrico integrato, dove Bazzano ha assicurato che sono in programma investimenti considerevoli, tra l’altro più volte sollecitati dai Comuni, alcuni dei quali negli ultimi tempi hanno minacciato l’eventualità di azioni legali contro la società e stavano valutando una gestione diretta del servizio.  Al riguardo il sindaco Dosi ha annunciato che domani si riunirà il consiglio della Presidenza di Atersir, l’Agenzia territoriale dell’Emilia Romagna per i servizi idrici e i rifiuti, che vaglierà alcune proposte da presentare la settimana prossima in assemblea.  Una delle difficoltà maggiori in casa Iren è la posizione del nuovo vicepresidente Lorenzo Bagnacani, che intenderebbe valutare alternative al termovalorizzatore di Parma. Bazzano ha ribadito che per sostenere l’intervento Iren ha fatto sforzi considerevoli e che presto si confronterà con Bagnacani.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà