“Doppio turno”, le idee per commercio e disabili: meno tasse e marciapiedi liberi

13 Maggio 2022

Migliore comunicazione negli uffici pubblici, più semafori sonori, marciapiedi liberi e formazione nelle scuole. Sono le idee lanciate nella terza puntata di “Doppio turno”, trasmessa stasera su Telelibertà. Un capitolo speciale del format di accompagnamento verso le elezioni amministrative del 12 giugno, condotto dal vicedirettore Michele Rancati: lo spazio di via Benedettine, infatti, ha ospitato i rappresentanti dei cittadini disabili.

“Per le persone sorde – dice Natalia Tuzza, presidente locale dell’Ente nazionale sordi – ci sono ancora troppe barriere comunicative nel nostro territorio. Molti servizi non sono pronti ad accogliere l’utenza con questo handicap, ad esempio i funzionari pubblici non conoscono la lingua dei segni. Il pronto soccorso piacentino non prevede un traduttore”. Ad affiancare Tuzza, nel corso della puntata, c’erano le interpreti Gabriella Petrone e Stella Schiavone. “Spero che il prossimo sindaco – aggiunge la referente dell’Ente nazionale sordi – si interessi alle nostre necessità quotidiane”.

In città gli ostacoli sono anche fisici. “Il centro storico è poco accessibile per i ragazzi e gli anziani disabili”, rileva Giovanni Ferrari, vicepresidente dell’Anmil (Associazione nazionale dei mutilati e invalidi del lavoro). Le difficoltà vengono elencate pure da Andrea Gregori, consigliere provinciale dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti: “Negli spazi urbani mancano i percorsi tattili per i cittadini non vedenti. In più, bisogna fare lo slalom tra bidoni della spazzatura e monopattini lasciati qua e là. Invito l’amministrazione comunale a conoscere e considerare le nostre esigenze”.

COMMERCIO E ARTIGIANATO – La seconda parte di “Doppio turno” ha approfondito le richieste per commercio e artigianato, dando voce ai rappresentanti delle associazioni di categoria. Tra gli ospiti, il presidente di Confesercenti Nicola Maserati: “Senza cultura e turismo, l’economia non riparte. Il prossimo sindaco dovrà migliorare l’accesso alla Ztl”. A detta di Raffaele Chiappa, presidente di Confcommercio, “bisogna rendere la città più accogliente, intervenendo in primis sui parcheggi. Occorre bloccare la costruzione di altre grandi strutture di vendita”. Adriano Anselmi, referente del sindacato degli ambulanti Fiva, pone l’attenzione sulla situazione del mercato: “Oltre al web e alle multinazionali, il nostro settore si scontra con la concorrenza di certi banchi”, cioè quelli che espongono merce di bassa qualità a prezzi stracciati. “L’attuale assetto del mercato è adeguato – aggiunge Anselmi – ma un’agevolazione sulla tassa di occupazione sarebbe utile”.

Sul fronte dell’artigianato Giovanni Rivaroli, presidente di Cna, invita l’amministrazione comunale a “procedere all’azzeramento dell’Imu sugli insediamenti produttivi”.

La trasmissione è ideata da Michele Rancati e dal direttore di Telelibertà Nicoletta Bracchi, la realizzazione tecnica è di Giuseppe Piva, Alessandra Colpo, Matteo Capra e Filippo Adolfini.

I MANIFESTI DI “DOPPIO TURNO”:

© Copyright 2022 Editoriale Libertà