Piacenza Coraggiosa: “Un’occasione comune di sinistra contemporanea”

20 Giugno 2022

“Nel pieno rispetto delle legittime posizioni, riteniamo comunque positivo il dialogo, o almeno il tentativo, tra Katia Tarasconi e la coalizione di ApP. Perché, pur avendo condotto percorsi diversi, emerge un orientamento comune su diversi punti programmatici, così come l’intenzione di fondare le proprie scelte su temi e contenuti quali la maggiore attenzione alle persone e alla loro condizione reale, alla partecipazione, alla cura della città e dell’ambiente”.

Così si esprime Piacenza Coraggiosa in un comunicato stampa, che prosegue: “Siamo peraltro consapevoli che le campagne elettorali tendono ad amplificare tanti aspetti e che fare politica è anche una questione di accordi e garanzie. Altrettanto, crediamo però che la politica sia soprattutto una questione di visione e di prospettiva, dove nel caso specifico il bene comune è l’unico elemento di valutazione amministrativa. Per questo – fermo restando la centralità dei temi e un approccio pragmatico – crediamo davvero ci siano tutti i presupposti perché Piacenza possa diventare un laboratorio politico rosso-verde per la costruzione di un modello aggiornato di sinistra nuova, in cui il migliore banco di prova dove declinare scelte importanti per la nostra comunità potrebbe essere proprio quello amministrativo locale. Con il voto, infatti, la nostra città ha dimostrato particolare sensibilità per quelli che dovrebbero essere i temi centrali di una sinistra contemporanea: le priorità sociali e il loro stretto legame con l’ambiente, l’accessibilità e la partecipazione. Provare a fornire risposte e soluzioni possibili in tal senso pensiamo debba essere l’impegno di tutti coloro che hanno a cuore una città – e un mondo – più equo, vivibile e sostenibile. Questa crediamo debba essere l’ambizione, a partire da una delle questioni più spinose e ricorrenti per la nostra parte politica: il superamento dei distinguo e delle divisioni interne. Uno sforzo di maturità, di volontà e di innalzamento dell’asticella, quindi, sia per contribuire in prospettiva alla costruzione di una piattaforma politica convincente sia, soprattutto, per incidere e orientare in modo responsabile ed efficace le azioni di governo. E il ballottaggio di domenica prossima può essere la prima occasione per dare avvio a questo nuovo percorso”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà