Fiorenzuola poco concreto, l’Albinoleffe passa con la doppietta di super Manconi

12 Settembre 2021

 

Fotografie Claudio Cavalli

Il Fiorenzuola domina il primo tempo, ma non concretizza. L’Albinoleffe esce nella ripresa e sfrutta la vena di un super attaccante per la Serie C, Manconi, autore di una doppietta e migliore in campo assieme a Tomaselli.
Il posticipo del Comunale sta tutto qui.
Ma gli applausi che il pubblico di casa ha riservato ai ragazzi di Tabbiani al triplice fischio sono tutti meritati: anche questa sera si sono visti buone trame, grande corsa e la voglia di giocarsela contro tutti.
Il bilancio rossonero dopo tre giornate è in perfetto equilibrio: un successo, un pareggio e una sconfitta, per quattro punti totali.
Prossimo impegno: sabato prossimo, 18 settembre, alle 17.30 sul campo della Pro Sesto.
Domani sera Triestina-Piacenza chiuderà il programma della giornata.

PRIMO TEMPO
Sfida tra attacchi stellari al Comunale, dove il Fiorenzuola riceve l’Albinoleffe nel posticipo della terza giornata del Girone A di Serie C. Il tandem rossonero Tommasini-Bruschi, sostenuto da Currarino e dal rientrante Zaccariello, sfida la coppia stellare dei lombardi, composta da Manconi e Cori.
La gara è intensa sin dal fischio d’inizio, al 6′ punizione dalla distanza di Ferri che finisce alta.
Al 7′ calcio d’angolo battuto da Bruschi, Tommasini sfiora l’appuntamento con il vantaggio.
Al 12′ rispondono gli ospiti: Manconi recupera un pallone vagante a metacampo, avanza per 35 metri e tira da limite dell’area, ma Battaiola controlla. Al 16′ Gelli non colpisce bene di testa il cross di Tomaselli.
Con il passare dei minuti l’Albinoleffe guadagna campo e la partita vive di frequenti capovolgimenti di fronte, senza però che arrivino grandi occasioni.
Al 22′ episodio più che sospetto in area lombarda: Palmieri parte da metacampo, salta due avversari e, appena entrato nei 16 metri, è affrontato da un difensore: contatto con il corpo e gomito alto, ma per l’arbitro è tutto regolare, tra le vibranti proteste del pubblico. La partita si scalda, Zaccariello e Saltarelli vengono ammoniti per due brutti falli.
Attorno alla mezz’ora il Fiorenzuola torna padrone del campo, con alcune ottime trame di gioco. Al 33′ angolo di Bruschi, semirovesciata spettacolare di Cavalli e palla alta.
Al 36′ Zaccariello pesca in area Olivera, Pagno devia in angolo il colpo di testa.
L’Albinoleffe si affida alle ripartenze, in particolare di un ispirato Tomaselli, che in un paio di occasioni scappa sulla sinistra, ma i suoi cross non trovano i compagni in area. Proprio da un fallo subito dal folletto lombardo, nasce una punizione che Manconi tira, trovando i pugni di Battaiola.
Dopo due minuti di recupero, si chiude un primo tempo giocato su buoni ritmi, con il Fiorenzuola che ha confermato di potersela giocare alla pari con tutte le big del girone.

SECONDO TEMPO
Il secondo tempo si apre senza cambi e con l’Albinoleffe vicino al gol: al 4′ Tomaselli dalla sinistra si accentra, il suo tiro è deviato, si impenna e centra la traversa.
Il Fiorenzuola soffre e al 7′ Manconi ha una doppia occasione, ma prima Ferri poi Battaiola respingono il suo destro.
Lo stesso estremo difensore al 12′ è super sul diagonale di Nichetti, mentre al 15′ può solo guardare il destro a giro di Manconi sfiorare il palo e uscire.
I rossoneri soffrono e mister Tabbiani prova a invertire la rotta inserendo Potop, Mamona e Guglieri al posto di Olivera, Bruschi e Dimarco.
Al 17′ la pressione dell’Albinoleffe è premiata, sempre sull’asse di sinistra Tomaselli-Manconi: il primo punta Potop, scarica per il numero 10 che dal limite fulmina Battaiola sul secondo palo. Fiorenzuola-Albinoleffe 0-1.
Al 24′ sinistro alto di Guglieri, primo segno di risveglio dei locali.
Al 27′ Tommasini spara a botta sicura, ma Pagno respinge.
Al 28′ raddoppio lombardo: lancio filtrante di Gelli per Manconi (in posizione più che sospetta), che salta Battaiola e deposita il raddoppio. Fiorenzuola-Albinoleffe 0-2.
I locali reagiscono, ma la retroguardia ospite è attenta sulle incursioni di Mamona e Arrondini, fermato con i piedi al 36′ da Pagno.
Al 42′ Albinoleffe vicini al tris: Battaiola ipnotizza Galeandro solo davanti a lui, poi Manconi mette fuori la respinta.
Dopo 5′ minuti di recupero, finisce il match.

LE FORMAZIONI
FIORENZUOLA (4-3-3): Battaiola; Olivera (Potop), Ferri, Cavalli, Dimarco (Guglieri); Esposito (Arrondini), Zaccariello, Palmieri; Currarino (Oneto), Tommasini, Bruschi (Mamona). (Burigana, Varoli, Danovaro, Nelli, Godano, MolinaroGiani, Maffei). All.: Tabbiani
ALBINOLEFFE (3-52): Pagno; Borghini, Saltarelli (Riva), NtubeGusu, Giorgione, Nichetti, Gelli, Tomaselli (Michelotti); Cori (Galeandro), Manconi. (Rossi, Facchetti, Miculi, Genevier, Poletti, Marchetti, Petrungaro, Martignago,, Doumbia). All.: Marcolini
ARBITRO: Andreano di Prato
RETE: 17′ e 28′ st Manconi

 

LA PRESENTAZIONE
Tutto pronto per la sfida di questa sera, 12 settembre, tra Fiorenzuola e Albinoleffe, valida per la terza giornata di Serie C.

Al velodromo Pavesi i rossoneri ritrovano un’avversaria datata, il cosiddetto e storico “vecchio” Leffe compagno di tante sfide negli anni ottanta e novanta e poi fusosi nel 1998 con l’Albinese. Un’unione che ha portato in dote alla squadra bergamasca tanti successi e allori compresa la partecipazione a ben nove stagioni consecutive in serie B, tra il 2003 e il 2012. Una squadra che si presenta sul terreno del Comunale con un buonissimo blasone e sebbene sia ritornata in C dopo gli anni d’oro è pur sempre sulla breccia e lotta per le prime posizioni.

E’ una squadra forte e dotata di qualità in tutti i reparti. Ha cambiato direttore sportivo e allenatore durante il calcio mercato ma ha mantenuto il bomber Manconi, 18 reti tra campionato e play off nella passata stagione e già a due realizzazioni in quella corrente. Dopo aver battuto il Lecco in coppa Italia, l’Albinoleffe alla prima giornata è andato a violare il campo della Pro Patria (1-2) mentre nel secondo turno ha pareggiato sul proprio terreno per 1-1 contro il Sud Tirol. Un pari che non è certo uno scivolone visto che la formazione alto atesina è ritenuta di grande spessore ed in grado di recitare un ruolo di primo piano quanto l’Albinoleffe nel campionato di serie C.

I punti in classifica sono attualmente quattro sia per i valdardesi che per la compagine bergamasca. La gara di questa sera potrebbe essere uno stimolo invitante per entrambe nell’intento di effettuare un bello scatto in avanti e proseguire la serie positiva. Visto nell’ottica Fiorenzuola si tratta di misurarsi contro una formazione solida ed esperta, che conosce bene la categoria. Non sarà gara facile per gli uomini di Tabbiani che dovranno lottare fino all’ultimo minuto.

Tolti Stronati e Fiorini assenti per infortunio, le disponibilità per fine squalifica di Palmieri e Tommasini arricchiscono le scelte per il varo della formazione. Tommasini in questo momento è l’attaccante centrale che ha maggiori percentuali di partire titolare, in ballottaggio con Arrondini e Oneto. A centrocampo ci sono diversi candidati. Davanti alla difesa si accende il duello tra Zaccariello e Nelli ma potrebbe inserirsi anche lo stesso Palmieri. Che in alternativa potrebbe essere dirottato a destra o sinistra dove però se la dovrebbe vedere con Esposito e Currarino. Quest’ultimo potrebbe però anche riprendersi la corsia esterna come fatto a Salò, in questo caso entrando in competizione con Mamona. Le numerose varianti lasciano la porta aperta pure ai ballottaggi nella linea difensiva.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà