Pontedera da applausi, Aurelio stoppa il Fiore. Rigore negato a Mamona

20 Novembre 2022

Fotoservizio di Claudio Cavalli

Dopo due vittorie consecutive, si ferma a Pontedera la marcia del Fiorenzuola che si conferma squadra allergica al pareggio, risultato mai conseguito in questa stagione. I toscani hanno piegato il Fiore grazie alla rete di Aurelio giunta a metà primo tempo e confermando le credenziali della vigilia: squadra estremamente organizzata quella toscana che ha meritato il successo. Un legno per parte nel corso della gara che si è chiusa con un rigore negato ai piacentini per un evidente tocco con un braccio in area toscana da parte di un difensore del Pontedera che ha salvato sulla conclusione di Mamona indirizzata a rete.

Per l’occasione, mister Tabbiani ha regalato a Scardina la prima maglia da titolare di stagione, con Mastroianni che si è accontentato della porzione finale del match, affrontato con il consueto 4-3-3 e la formazione iniziale largamente annunciata.

Primo tempo molto divertente e ben giocato da entrambe le formazioni, ma vantaggio toscano meritato per quanto osservato e per la buona capacità offensiva dimostrata dalla squadra di Canzi. Il gol-partita è opera di Aurelio, ma rossoneri a un passo dal vantaggio prima della rete dell’esterno granata: Stronati ha infatti centrato un clamoroso incrocio dei pali con un destro a giro dal limite dell’area di rigore dopo una splendida iniziativa personale. Il Pontedera ha reagito immediatamente chiamando in causa Battaiola con il colpo di testa di Benedetti e, poco dopo, trovando il gol: Cioffi ha sciupato da due passi, ma sulla ribattuta di Battaiola è stato Aurelio a ribadire in rete. Padroni di casa che hanno sfiorato il bis con Catanese (girata mancina e pallone sul fondo di pochissimo), ma ha rischiato grosso sul tentativo in diagonale di Sartore che non ha trovato lo specchio di porta per questione di centimetri. Gara senza tatticismi e ancora un legno a chiudere la frazione: questa volta è stato il sinistro esplosivo di Nicastro a vedersi negare la gioia del gol dal montante.

Dopo l’intervallo, Tabbiani ha puntato su Sussi al posto di Danovaro, ma i risultati non sono stati migliori. Pontedera più pimpante e costantemente pericoloso dalle parti di Battiola. Il Fiore, in più di una circostanza, si è salvato con alcuni interventi in extremis o grazia all’imprecisione della squadra di Canzi. Dentro allora anche Giani e, nel finale, Mastroianni per ridare vigore alle avanzate prevedibili dei piacentini. Nei dieci minuti conclusivi, Tabbiani rischia tutto con l’ingresso di Mamona al posto di Fiorini: un 4-2-4 che però non ha portato gli effetti sperati perché a un minuto dal termine, il tiro dello stesso Mamona da meno di due metri, è stato fermato sulla linea di porta con un braccio da un difensore toscano. Tutto regalare secondo il direttore di gara e sesta sconfitta stagionale perché la rovesciata di Mastroianni del 95’ non ha centrato la porta di Siano.

Un ko che non ridimensiona di certo quanto combinato finora dai valdardesi che però, in graduatoria, passano dal secondo al settimo posto: la vetta rimane a –3 nella bagarre che caratterizza la porzione più nobile della graduatoria. Sabato prossimo alle 14.30, al Comunale “Pavesi” arriva l’Alessandria.

PONTEDERA-FIORENZUOLA 1-0
MARCATORE: Aurelio al 25′ p.t.
Città di Pontedera (3-4-1-2): Siano; Shiba (dal 45′ s.t. Marcandalli), Espeche,Martinelli; Perretta, Catanese, Landinetti (dal 35′ s.t. Guidi), Aurelio (dal 25′ s.t. Somma); Benedetti (dal 35′ s.t. Fantacci); Nicastro, Cioffi (dal 26′ s.t. Petrovic). All. Canzi
Fiorenzuola (4-3-3): Battaiola; Danovaro (dal 1′ s.t. Sussi), Potop, Quaini, Oddi (dal 36′ s.t. Yabre); Currarino, Fiorini (dal 36′ s.t. Mamona), Stronati; Sartore, Scardina (dal 26′ s.t. Mastroianni), Morello (dal 17′ s.t. Giani). All.: Tabbiani
Arbitro: Mastrodomenico di Matera
NOTE: ammoniti Oddi, Fiorini e Catanesi.

LA CRONACA
PRIMO TEMPO
Altra occasione per il Pontedera: al 41′, mancino in diagonale di Nicastro e pallone che ha centrato in pieno il palo opposto.

Al 35′, Fiorenzuola ad un passo dal pareggio: diagonale da destra di Sartore e pallone che sfiora il palo lontano. Sulla traiettoria ha cercato di intervenire in scivolata Morello, ma l’ex Pergo si trovava in posizione irregolare.

Alla mezz’ora, ancora pericoloso il Pontendera con la gran girata mancina di Catanese, esplosa all’altezza del dischetto del rigore e che ha spedito il pallone a pochi centimetri dal palo alla destra di Battaiola, comunque proteso in tuffo. Un minuto dopo, ancora Catantese, questa volta con il destro a giro, ha nuovamente sfiorato il bersaglio grosso. Il Fiorenzuola ora fatica a uscire dalla sua metà campo e a organizzare una reazione.

Al 25′, Pontedera in vantaggio tra le proteste dei giocatori rossoneri. Un gol arrivato dopo un primo intervento di Battaiola sul colpo di Cioffi da due passi, ma con il pallone schizzato dalle parti di Aurelio che, dal limite dell’area piccola, non ha avuto problemi a ribadire in rete. I valdardesi, che pochi minuti prima hanno centrato un clamoroso incrocio dei pali con Stronati, hanno protestato per un presunto fuorigioco.

Risposta immediata del Pontedera al 20′: colpo di testa di Benedetti dopo un cross di Shiba da trequarti e Battioala che, con un balzo felino, devia in corner il pallone indirizzato sul palo di competenza dell’estremo difensore. Comunque, grande intervento. Gara divertente tra due squadre che cercano di colpire perseguendo la strada del gioco.
E’ tornato a premere forte il Fiorenzuola che, al 19′, ha sfiorato il vantaggio. Protagonista assoluto, Stronati: liberatosi con classe di uomo a metà campo, presentatosi al limite ha tentato il destro a giro sul primo palo con il pallone che si è schiantato contro l’incrocio dei pali. Giocata da applausi a scena aperta.

Al quarto d’ora, ancora reti inviolate al Città di Pontedera. Dopo un avvio promettente, ritmo che è invece calato vistosamente. I toscani hanno ora il predominio del gioco, ma il Fiorenzuola difende senza patemi.

Dopo cinque minuti, risultato fermo sullo 0-0 tra Pontedera e Fiorenzuola. Ancora nessuna opportunità da rete, ma ritmi molto sostenuti con i rossoneri che negli ultimi frangenti sembra aver alzato i giri del motore, alzando di parecchio il baricentro. Novità di formazione: c’è Scardina al centro dell’attacco al posto di Mastroianni.

SECONDO TEMPO
Al 43′, clamorosa chance per il Fiorenzuola: sullo sparo a colpo sicuro di Mamona, incredibile salvataggio sulla linea da parte di un difensore toscano che ha intercettato con un braccio lo sparo dell’attaccante valdardese.

Per i dieci minuti conclusivi, Tabbiani rischia tutto: dentro Mamona per Fiorini, fuori Oddi e spazio a Yabre. Il Fiore tenterà con uno spregiudicato 4-2-4.

Al 26′, nuovo cambio operato da mister Tabbiani: fuori Scardina, raramente pericoloso dalle parti del portiere avversario, dentro ora Mastroianni, nuovo riferimento offensivo.

Al 21′, Pontendera che si è presentato dalle parti di Battaiola con Nicastro: l’attaccante di casa, a tu per tu con Battaiola, ha strozzato il sinistro con il pallone che si è spento docile tra le mani del portiere valdardese.

Dopo un nuovo pericolo corso da Battaiola, susseguente a un calcio di punizione di Catanese deviato in mischia, Tabbiani opera il secondo cambio: dentro Giani e fuori Morello. Fiorenzuola che prosegue nella sofferenza al cospetto di un Pontedera che sta facendo valere la propria egemonia tecnica e fisica.

Undici minuti nel corso della ripresa e Fiorenzuola che rischia a ripetizione sulle avanzate del Pontedera: la retroguardia rossonera si è salvata in paio di circostanze con interventi in extremis, dall’altra parte ai rossoneri manca la precisione in fase di ultimo passaggio. La partita rimane però molto piacevole e aperta a ogni epilogo.

E’ squadra scorbutica e soprattutto dotata tecnicamente, il Pontedera. Fiorenzuola che, come raramente è accaduto in questa stagione, fatica a trovare spazi per sviluppare il proprio gioco avvolgente e, soprattutto, a contenere le avanzate dei padroni di casa che dimostrano di possedere buone geometrie e alcune individualità, vedi Nicastro e Benedetti, molto insidiose.

E’ ripartita la sfida tra Pontedera e Fiorenzuola, risultato sull’1-0 in favore dei toscani a segno a metà frazione con Aurelio. Tra i rossoneri c’è Sussi che ha rilevato dopo l’intervallo Danovaro. Fiorenzuola subito pericoloso al 1′ della ripresa, ma il sinistro dal cuore dell’area di rigore di Currarino si è perso sopra la traversa.

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà