Spartan Race, il Team Val Tidone conquista due ori e un bronzo tutti nel femminile

01 Ottobre 2022

Camilla Depoli, oro nella categoria dai 25 ai 29 anni

Lo Spartan Team Val Tidone ha dimostrato ancora una volta di figurare tra i migliori club italiani di spartan race, spettacolare disciplina che consiste nel superamento di ostacoli militari su terreni proibitivi. Lo ha fatto in una delle finali della National Series Italiana, a Misano Adriatico, dove gli atleti guidati da coach Matteo Cavallini hanno conquistato due medaglie d’oro e un bronzo, tutti nella categoria femminile.

Sugli scudi è finita ancora una volta il capitano dello Spartan Team Val Tidone Donatella Ghisi, trionfatrice nei Master. L’altro oro se lo è infilato al collo una straordinaria Camilla Depoli, brava a chiudere sul gradino più alto del podio nella categoria dai 25 ai 29 anni. Bronzo per Benny Currenti.

Più di qualche rammarico, invece, nella categoria maschile dai 18 ai 24 anni, con Alex Popovici e Riccardo Segalini bravi a qualificarsi alla finalissima ma sfortunati nel non riuscire ad agguantare un piazzamento sul podio. Da segnalare anche la brutta disavventura di Nicolò Achille, che a causa di una distorsione si è visto costretto a rinunciare alla gara più importante dell’anno.

“Sono comunque estremamente soddisfatto di tutti i miei ragazzi – ha commentato coach Cavallini – che ancora una volta hanno dimostrato il loro valore. Tra le altre cose, a Misano, si è tenuta per la prima volta anche la finale giovanile di spartan race, dove abbiamo conquistato due splendidi ori con Camilla Masiello nella categoria dai 12 ai 14 anni e con Letizia Cavallini nella categoria dai 10 ai 12, oltre ad un bellissimo argento con Edoardo Merli nella categoria dai 10 ai 12 anni maschile. Risultato – ha proseguito il coach dello Spartan Team Val Tidone – che rispecchia tutto il lavoro svolto in questi anni con il settore giovanile, vero fiore all’occhiello della nostra società. La prossima sfida che andremo ad affrontare sarà la spartan race di Malta, dopodiché Tenerife e infine la temutissima Winter Edition di Caprun, gara che si svolgerà a gennaio sulle alpi austriache a temperature che sfiorano i -10 gradi. Per tutti i classificati nei primi 10 di categoria si sono invece spalancate le porte dei Mondiali spartan race nel deserto di Abu-Dhabi. Un’altra avventura che non vediamo l’ora di vivere”.

© Copyright 2023 Editoriale Libertà