Operazione “Stappa e vinci”: “Oltre 100 i piacentini truffati”

12 Giugno 2013

Ci sono anche più di cento piacentini tra gli oltre 40mila lettori di riviste a diffusione nazionale truffati dal concorso a premi “Stappa e Vinci”. Secondo la guardia di finanza di Rovigo i coupon allegati agli ignari giornali erano tutti vincenti e rimandavano a un numero di telefono per la scelta e la riscossione dei premi, che andavano da una affettatrice a un televisore al plasma full hd: gli utenti chiamavano un numero telefonico di Milano, ma venivano subito invitati a comporre un altro numero, un 899 a tariffazione speciale, senza che però venisse fornita alcuna informazione sui costi esorbitanti. Due euro al minuto per una chiamata della durata media di 8-10 minuti, che si concludeva senza l’assegnazione di alcun premio, ma con un pesante addebito sulla bolletta. I finanzieri di Rovigo hanno individuato oltre cento chiamate provenienti da Piacenza e provincia.

Nel periodo in cui il concorso è stato operativo, da aprile a settembre 2012, ammonta ad oltre 100mila euro la somma truffata dall’organizzatore: lui è stato denunciato e i soldi sequestrati.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà