Farmacie, “Bando bloccato”. Maserati (Udc) chiede chiarezza in Regione

06 Marzo 2014

20140306-204805.jpg

Sembra essersi ingolfata la macchina per l’assegnazione di undici nuove farmacie in città e provincia. Il consigliere Giulio Maserati (Udc) ha scritto all’assessore regionale Carlo Lusenti segnalando il ritardo: «Vogliamo richiamare il grave ritardo verificatosi nella pubblicazione della graduatoria regionale del concorso straordinario per le sedi farmaceutiche di nuova istituzione (il riferimento all’ex art. 11 D.L. 2001/2012 convertito con L. 27/2012, ndc) – sottolinea il consigliere Maserati -. Risulta incomprensibile la lentezza con la quale si è proceduto all’adempimento degli atti relativi quando altre regioni hanno addirittura già provveduto all’assegnazione delle nuove farmacie. Questo ritardo provoca certamente grave disagio ai cittadini che si vedono privati di un servizio essenziale specie per quanto riguarda i paesi della provincia. Pur rimarcando l’importanza che riveste tale servizio nella tutela e garanzia della salute dei cittadini, non bisogna dimenticare i riflessi economici ed occupazionali positivi che tale inspiegabile ritardo ostacola». Le zone individuate sono quelle che negli ultimi anni hanno avuto il maggior sviluppo residenziale, abitativo o artigianale: oltre a San Nicolò (dove l’apertura dovrebbe riguardare il popoloso quartiere della Brugnata, piazza della Pace e Mamago, che da solo coinvolge 4.500 persone), sono previste dal piano tre nuove farmacie in città, cioè a Sant’Antonio-Veggioletta, La Verza-San Bonico-Pittolo e Montale. In provincia, invece, sono interessate dal concorso Saliceto di Cadeo, Castelsangiovanni, nella zona ovest del capoluogo, San Giuliano di Castelvetro, Quarto di Gossolengo, Biana di Pontedellolio, Pontenure e la zona sud di San Giorgio. In totale, in tutto il territorio della regione Emilia-Romagna, è prevista l’apertura di 178 nuove farmacie. Al concorso ha partecipato un esercito di 5.740 farmacisti da ogni angolo della regione, da Piacenza a Rimini: ma da allora tutto sembra essersi bloccato.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà