Piacenza

Bancarotta e truffa da un milione di euro, arrestati due piacentini

14 novembre 2014

guardia_finanza

I militari del Nucleo di Polizia tributaria della guardia di finanza hanno messo agli arresti domiciliari due persone (P.P. di Rivergaro e A.B. di Piacenza, rispettivamente di 68 e 64 anni), in quanto ritenuti responsabili di reati fallimentari come bancarotta fraudolenta, distrattiva e documentale, nonché truffa aggravata, nei confronti di due società con sede a Brescia, la Fimsadue e Fimsadue, operanti nel settore della produzione di materiale plastico. I provvedimenti sono stati disposti dal Gip del tribunale di Brescia ed eseguiti dagli uomini del Nucleo di Polizia tributaria di Piacenza

“I fallimenti oggetto di indagine – spiegano gli investigatori – si inseriscono in una catena di fallimenti cagionati dagli arrestati con modalità del tutto simili e collaudate, consistenti nell’acquisire con artifici, raggiri e l’utilizzo di società di diritto inglese appositamente costituite, il controllo di società in crisi finanziaria, ma ancora non decotte al fine di sottrarre alle stesse liquidità e beni materiali. Allo stato delle indagini, le liquidità sottratte ammontano a circa 1 milione di euro e cinque risultano le persone indagate nel procedimento in corso”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Provincia

NOTIZIE CORRELATE