Protezione civile di Sarmato: 24 nuovi volontari contro il rischio frane

08 Marzo 2015

prote civile1

Forze fresche, nuova linfa e voglia di mettersi in gioco per il bene di tutta la comunità contro il rischio idrogeologico: con un’iniezione di 24 nuovi volontari, il gruppo di protezione civile Alfa di Sarmato si pone come l’interlocutore più importante in provincia in caso di emergenza, toccando le 55 presenze. Un impegno che venerdì sera è stato premiato a Sarmato con la consegna degli attestati ai nuovi arrivati che hanno frequentato il corso base di protezione civile dell’Unione Bassa Valtrebbia e Valluretta.
La piccola cerimonia si è svolta all’interno del capannone della Protezione Civile di Sarmato, dove i volontari del gruppo Alfa hanno preparato anche una cena a base di polenta e cinghiale per tutti gli intervenuti. E se prima il loro campo d’azione era limitato ai comuni di Sarmato, Castelsangiovanni, Borgonovo e Ziano, ora i volontari sarmatesi sono attivi anche nel territorio dell’Unione fino a Rivergaro. «I volontari, dopo il corso base organizzato dall’Unione, hanno ora un’operatività completa e sono pronti all’azione» ricorda il responsabile del Centro Operativo Misto Pc1 Alfio Rabeschi. «Il gruppo Alfa di Sarmato è cresciuto in maniera esponenziale, così come si è accresciuto il territorio della stessa Unione. Speriamo di avere poche emergenze e di riuscire a fronteggiarle nella maniera più adeguata».

protezione civile

protezione

© Copyright 2021 Editoriale Libertà