La difesa delle maestre: “Un po’ di silenzio gioverà alla giustizia”

03 Giugno 2017

Mentre proseguono da parte degli inquirenti le indagini per fare piena luce su quanto accadeva all’interno di una sezione del Nido Farnesiana, le cui due educatrici sono state arrestate nei giorni scorsi con l’accusa di maltrattamenti sui bambini, il dibattito in città prosegue e i toni non sembrano raffreddarsi.

A tal proposito, interviene l’avvocato Luigi Alibrandi, difensore di una delle due indagate, che richiama la Costituzione nei passaggi in cui “l’imputato non è considerato colpevole fino alla condanna definitiva” e “la difesa è diritto inviolabile in ogni stato e grado del processo”, stigmatizzando le dichiarazioni di esponenti del mondo politico e istituzionale.

“Sono state dette molte brutte parole sul processo che, come detto, coinvolge a vario titolo la nostra comunità – afferma l’avvocato Alibrandi – chissà che un po’ di silenzio, soprattutto in alto, non giovi a quella giustizia che tutti invochiamo per il tramite del processo, il quale terminerà con la decisione del magistrato, in senso favorevole o sfavorevole alle imputate, come sarà sentenziato”.

LA PRESA DI POSIZIONE DELL’AVVOCATO ALIBRANDI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà