Batteri resistenti, Ratti: “Niente antibiotici senza consulto medico”

12 Febbraio 2018

Infezioni comuni che diventano pericolose. Colpa dei super batteri, quelli resistenti agli anche antibiotici. L’Organizzazione mondiale della Sanità, di recente, ha lanciato l’allarme perché lo scorso anno nel mondo sono stati registrati 500mila casi di persone che hanno sviluppato resistenza ai farmaci.
“Oggi la gente si stupisce perché si muore ancora per un’infezione – spiega Giovanna Ratti, responsabile facente funzioni del reparto di Malattie infettive dell’ospedale di Piacenza – in passato erano la prima causa di morte ma potrebbero tornare ad esserlo in futuro. Per non sviluppare batteri resistenti è necessario anche fare un uso corretto degli antibiotici. Questi farmaci vanno assunti solo dopo aver consultato in medico, troppe persone li prendono autonomamente ed è sbagliato”. La Regione Emilia Romagna ha avviato una campagna informativa sull’uso corretto degli antibiotici. Tra i consigli banali, ma fondamentali per eliminare i batteri, c’è quello di lavarsi spesso le mani.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà