Ultimo episodio

Farnesiana, rabbia e paura dopo l’ennesima auto incendiata: “Più controlli”

5 marzo 2019

Sono arrabbiati ma soprattutto molto spaventati i residenti del quartiere Farnesiana, teatro la notte scorsa del rogo che ha bruciato un’auto all’imbocco di un garage in via Radini Tedeschi. Stando a quanto affermato dagli abitanti della zona, la vettura (senza targa) è rimasta per circa una settimana abbandonata all’interno dei garage e intorno alle 4 di questa notte è stata data alle fiamme. La pista dolosa, secondo una prima ricostruzione, rimane la più accreditata.

Si tratta in realtà dell’ultimo episodio di una lunga serie: il 26 settembre 2018, infatti, un’auto e uno scooter custoditi in un box (sempre in via Radini Tedeschi) andarono distrutti in un incendio, con i vigili del fuoco che non hanno mai escluso la pista dolosa. Nella notte tra il 19 e il 20 gennaio scorsi, invece, via Marinai d’Italia (poco distante) è stata presa d’assalto dai vandali, che hanno distrutto i portoni di ingresso dei palazzi, prendendo di mira anche alcune auto parcheggiate. Un episodio che ha permesso di scoprire il cimitero di auto abbandonate nei sotterranei, dove anche qui campeggiano alcune auto precedentemente date alle fiamme. Tra il 19 e il 20 febbraio scorsi ecco un nuovo raid vandalico che, questa volta, da via Marinai d’Italia e via Radini Tedeschi si è esteso addirittura a via Roma. I residenti dicono basta: “Vogliamo più controlli, non si può più vivere in questa situazione. Qui abitano diverse famiglie con bambini, abbiamo tutti paura“.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE