Dopo l'arresto di don Segalini

Sarà don Federico Tagliaferri il nuovo parroco di San Giuseppe Operaio

29 agosto 2019

Dopo le dimissioni e l’arresto di don Stefano Segalini, la parrocchia di San Giuseppe Operaio sarà affidata a don Federico Tagliaferri, co-parroco del Preziosissimo Sangue. La decisione è stata presa questa mattina, 29 agosto, dal consiglio episcopale presieduto dal vescovo di Piacenza monsignor Gianni Ambrosio.

“Dopo una lunga riflessione – si legge nel comunicato della Diocesi – il vescovo e il consiglio episcopale hanno chiesto a don Federico Tagliaferri di assumere questo compito per ridare serenità e slancio alla comunità. Don Federico ha dichiarato la sua disponibilità ad assumere la responsabilità pastorale della comunità. A breve verrà comunicato il nominativo del co-parroco del Preziosissimo Sangue e di san Corrado. Un particolare ringraziamento – si legge infine – va a don Giuseppe Basini, vicario episcopale della città che, con il vicario generale mons. Luigi Chiesa, ha svolto con dedizione il compito di amministratore parrocchiale di San Giuseppe Operaio”.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE