Sicurezza

Alpini, tutto pronto per il Raduno. In arrivo 200 pullman, tombini sigillati

17 ottobre 2019

Le manovre di avvicinamento al Raduno degli Alpini appartenenti del Secondo Raggruppamento del Nord Italia (Emilia e Lombardia), in programma sabato 19 e domenica 20 ottobre, proseguono spedite.

Nel salone del Corpus Domini, Roberto Lupi, presidente Ana Piacenza, e i rappresentanti della Sezione locale delle penne nere, si sono riuniti per assegnare i compiti a ciascuno dei volontari.Presidio dei varchi, servizio d’ordine, instradamento del pubblico, queste alcune delle mansioni previste dal piano sicurezza. “In tutto potremo – spiega Lupi – contare sul supporto di almeno 200 volontari, non solo alpini, distribuiti sui tre giorni (già venerdì saranno aperti gli stand gastronomici in centro). In organico anche una squadra antincendio boschivo del corpo speciale degli alpini, addestrata allo spegnimento degli incendi. Nei prossimi giorni incontreremo ogni volontario per comunicargli i dettagli. Dovremo garantire una serie di presidi. Ad ogni punto del programma è collegato almeno uno dei nostri uomini che indosserà un giubbino giallo con la scritta “servizio d’ordine”. Abbiamo i numeri di cellulari di ciascuno dei volontari perché in ogni istante devono poter essere contattati o poter chiamare i responsabili alla centrale operativa o direttamente le forze dell’ordine. A noi serve avere il polso della situazione passo dopo passo, nulla deve essere lasciato al caso.”

E a proposito di piano sicurezza a coordinarlo sarà Danilo Spataro che ormai da cinque anni è stretto collaboratore dall’Ana nazionale come progettista e direttore lavori di grandi eventi. “Prevediamo – spiega il geometra Spataro – l’arrivo di oltre 200 pullman che saranno dislocati in due aree parcheggio: una tra via Maculani e via Tramello e l’altra in via Diete di Roncaglia. Dal venerdì alle ore 18, quando apriremo gli stand della ristorazione, fino alla domenica dopo il passaggio della “stecca” ogni momento è regolato”.

 

In occasione del Raduno, il Gruppo Iren ha definito, in accordo con il Comune di Piacenza, il Comitato Organizzatore e la Questura, un piano specifico di interventi straordinari per gestire i servizi ambientali. L’obiettivo è rendere gradevole il soggiorno degli Alpini a Piacenza e nello stesso tempo garantire il massimo rispetto dell’ambiente e il decoro urbano, nonché la continuità dei servizi per i cittadini residenti.

I NUMERI – In tutte le aree della città interessate dal raduno e nelle zone dedicate al “catering”, verranno messi a disposizione 12 contenitori (cassonetti e bidoni) per la raccolta dei rifiuti differenziati ed indifferenziati che verranno svuotati, nei giorni di sabato e domenica, due volte al giorno. Per quanto riguarda il servizio di pulizia stradale, lungo le vie della città verranno collocati circa 250 cestini portarifiuti mobili che sostituiranno i cestini fissi i quali, per ragioni di sicurezza, verranno sigillati o rimossi. Iren effettuerà inoltre servizi straordinari di lavaggio strade e spazzamento meccanico e manuale diurno e notturno nei giorni del raduno e al termine della manifestazione fino a completa pulizia della città, impiegando 2 macchine spazzatrici, 25 mezzi dedicati e 25 operatori manuali.

Complessivamente, nel corso della manifestazione saranno impegnati circa 30 addetti di Iren (tra operatori e tecnici) e verranno utilizzati 27 mezzi.

Inoltre, per garantire la sicurezza nel corso della sfilata di domenica 20 ottobre, Iren – su invito della questura di Piacenza – ha anche provveduto nei giorni scorsi alla sigillatura di tutti i tombini di competenza dei propri servizi (acquedotto, fognatura, teleriscaldamento) nelle aree interessate dal passaggio degli Alpini.

 

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE