2 novembre

Caduti per la Patria, cerimonia al cimitero. “Trasmettere la memoria ai giovani”

2 novembre 2019


In una giornata grigia, un corteo silenzioso ha reso omaggio ai Caduti per la Patria. Rappresentanti delle istituzioni, delle Forze armate e delle Associazioni combattentistiche e d’arma, hanno partecipato alla cerimonia officiata nel famedio del cimitero urbano dal cappellano militare don Daniele Benecchi dopo la sosta presso il monumento al partigiano Giannino Bosi. L’allocuzione ufficiale è stata affidata al vicesindaco Elena Baio. 

Sono stati poi resi gli onori ai defunti nelle altre aree del cimitero, con raccoglimento presso la tomba del capitano dell’Aeronautica Militare Gaetano Mazza, la cappella degli austriaci, la tomba dei cittadini illustri, la lapide che ricorda i ragazzi del Brentei, la cappella Valente Faustini, il campetto dei partigiani e la lapide dei partigiani fucilati.

“Conoscere la guerra per apprezzare la pace”. E’ il motto di Ettore Fellegara, presidente della sezione piacentina dell’Associazione vittime civili di guerra. Il suo auspicio è che la memoria possa essere tramandata alle giovani generazioni. “Sono stato ferito in un bombardamento nel ’44 e mi hanno messo al muro un mese prima della Liberazione. Quando racconto nelle scuole quello che è successo a me come a tanti altri, i ragazzi si commuovono e fanno molte domande”

 

 

 

 

 

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE