Campano arrestato

Cambia casa e si mette in malattia al lavoro, ma finisce comunque in manette

4 dicembre 2019

 

Teme di essere arrestato, così cambia casa e non si presenta più al lavoro, mettendosi in malattia. Un 49enne campano residente a Piacenza (A.R. le sue iniziali) è stato comunque individuato e arrestato dai carabinieri perché destinatario di un provvedimento esecutivo emesso dalla Corte d’Appello di Bologna. Deve scontare 4 anni 7 mesi e 10 giorni di reclusione per reati contro il patrimonio ed in materia di prostituzione commessi dal novembre 2002 al maggio 2004, il 27 aprile 2007 e dal giugno 2010 ad aprile 2011.
“Particolare curioso – spiegano i militari – è che il soggetto, verosimilmente ipotizzando il rischio di essere catturato, risultava non presentarsi più al lavoro per malattia, trasferendo la propria dimora presso un’abitazione diversa da quella nota agli uffici. Provvidenziale si è rilevato il pedinamento della compagna del soggetto che ha consentito ai carabinieri del nucleo investigativo di individuare con certezza la nuova dimora presso la quale aveva trovato appoggio”.
L’arrestato, fermato e portato in caserma in via Beverora, dopo le formalità di rito è stato portato al carcere delle Novate dove sconterà la pena.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE