Regalano alla comunità macedone una chiesa in memoria dei figli scomparsi

08 Novembre 2020

La loro auto era finita contro una pianta in via Gadolini incendiandosi ed entrambi, 24 e 25 anni, cugini, erano morti nell’impatto. A distanza di nove mesi da quella tragedia che sconvolse i piacentini e in particolare la comunità macedone, i genitori di Marija Vitanova e Todij Vitanov, hanno deciso di compiere un gesto forte per perpetuare la memoria di quelle due giovani vite. Sanno che il loro parroco padre Kliment Mishanij (della parrocchia ortodossa macedone) da anni è alla ricerca di una nuova chiesa perché San Fermo, in via Cittadella, è troppo piccola. Così ne comperano, quella sconsacrata di San Bartolomeo (nella via omonima) e la donano alla loro parrocchia. La decisione è arrivata a sorpresa, durante le festività dei defunti, che per gli ortodossi si sono celebrate nella giornata di ieri.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà