Lotta al Coronavirus

Vaccino, lievi effetti collaterali solo su una ventina di piacentini

12 gennaio 2021

“Febbre, mal di testa, dolore e leggero gonfiore nel punto dell’iniezione”. Sono gli effetti collaterali al vaccino anti-Covid riscontrati in circa una ventina di operatori sanitari di Piacenza, come spiega il referente dell’Ausl Franco Pugliese. “Una bassissima incidenza di lievi reazioni avverse – sottolinea il medico – in linea con quanto descritto nel foglietto illustrativo di Pfizer-Biontech”, l’azienda produttrice delle uniche fiale contro il Coronavirus finora utilizzate in Italia. “I pochi effetti collaterali – spiega Pugliese – si sono verificati nello 0,5 per cento dei casi, sugli oltre quattromila professionisti sanitari già sottoposti a vaccinazione anti-Covid nel Piacentino. Nel mio caso, dopo l’iniezione, ho avuto la febbre per un giorno, e mi sono ripreso subito con la Tachipirina. Nulla di preoccupante, quindi. Non ci sono state nemmeno reazioni allergiche di rilievo”.

Nel nostro territorio, dunque, la “macchina” dell’immunizzazione contro il Coronavirus funziona a pieno ritmo: “Riusciamo a vaccinare circa cinquecento persone al giorno”. E dal 18 gennaio, tra una settimana, l’Ausl inaugurerà il punto vaccinazioni nell’ex Arsenale di viale Malta, una delle tre sedi insieme a Fiorenzuola e Castel San Giovanni. “L’allestimento della struttura prosegue senza intoppi. Si prevede – specifica Pugliese – la presenza di nove box operativi per la vaccinazione, oltre all’ingresso con la distribuzione del consenso informato e un punto di preparazione delle dosi di Pfizer-Biontech”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE