Concluso il restauro del tetto, Tassi: “Massima cura del patrimonio della città”

18 Gennaio 2021

Il tetto del teatro Municipale è tornato agli antichi splendori. L’intervento di restauro, infatti, si è concluso in queste settimane. L’ultimo intervento di manutenzione della copertura del teatro risaliva agli inizi degli anni ’90; i circa trent’anni trascorsi avevano procurato diverse problematiche di scivolamento dei coppi e conseguenti infiltrazioni, in particolare nel sottostante Salone degli Scenografi. Grazie all’intervento, progettato dal Comune di Piacenza e approvato dalla Soprintendenza, che è stato completato nelle scorse settimane dopo alcuni mesi di lavori, il teatro Municipale di Piacenza ha oggi una copertura completamente restaurata, che restituisce al prestigioso teatro le migliori condizioni e la massima sicurezza possibili.

L’intervento, del valore complessivo di 500mila euro, di cui la metà finanziata dalla Regione Emilia-Romagna, attraverso il Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2014-2020 destinato al miglioramento e alla riqualificazione delle sedi di spettacolo, è stato realizzato dal raggruppamento temporaneo di imprese composto da Casinelli Giuliano srl e Fraticola Coperture snc. “Proseguiamo, con questo intervento – commenta l’assessore ai lavori pubblici, Marco Tassi – l’intenso piano di manutenzione e di riqualificazione del patrimonio immobiliare pubblico della nostra città, tutelando le straordinarie eccellenze architettoniche, culturali e storiche che Piacenza custodisce. In questo senso, il Teatro Municipale è una meravigliosa testimonianza dell’architettura teatrale del periodo neoclassico e catalogato tra i teatri storici dell’Emilia-Romagna e la sua valorizzazione è una priorità anche in ottica di promozione culturale e turistica. Oltre alle ditte, ringrazio gli uffici per l’impegno progettuale e per l’attenzione con cui hanno seguito lo svolgimento dell’intervento”. Dopo la completa rimozione del pacchetto di copertura, sono state fissate le lastre sottocoppo e posati coppi di recupero agganciati uno all’altro per evitare problemi di scivolamento. E’ stato inoltre installato il sistema “Linea vita” ovvero un dispositivo di ancoraggio per permettere di effettuare in sicurezza i lavori di manutenzione della copertura. L’intervento è stato completato dalla sostituzione di lattoneria in rame, converse e lastre a protezione dei punti più deboli della copertura (abbaini, impluvi e timpani). Inoltre, al fine di evitare possibili infiltrazioni d’acqua negli uffici dell’Orchestra Giovanile Toscanini, è stato riqualificato anche il terrazzo con una nuova pavimentazione.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà