Il cantiere è ripartito: piazzato il primo palo del ponte provvisorio

27 Febbraio 2021

La trivella speciale e i venti gradi di ieri hanno tirato fuori dalla ‘palude’ il cantiere del ponte provvisorio sulla Statale 45, a Rovaiola. Altro via ai lavori, dopo il primo di fine novembre, e nel giro di una mattina gli operai hanno piazzato il primo palo, cosa che sembrava praticamente impossibile fino alla settimana scorsa, considerata la dura roccia a 14 metri di profondità in alveo del Trebbia, che rischiava di spaccare le trivelle normali, e lo slalom tra le ondate di maltempo, con la neve alta tre metri tra Natale e Capodanno che aveva sparso ulteriore sfiducia in valle.

“I lavori ora procedono a pieno ritmo e ovviamente andranno avanti anche nei fine settimana”, spiega Alessandro Pesaresi, presidente della “Pesaresi Giuseppe spa”, capofila delle ditte costruttrici il ponte Bailey atteso come oro colato dai 1.300 residenti di Alta Valtrebbia rimasti nel disagio dal 3 ottobre, quando sono crollate due campate del ponte Lenzino.

Ora l’urgenza è ricollegare la sponda di Cerignale a quella di Marsaglia e a questo lavora la “Pesaresi” di Rimini.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà