Piazza Cittadella, il comitato: “Parcheggio senza futuro, il nostro progetto alternativo”

12 Marzo 2021

“Un progetto bloccato, senza futuro, con un enorme costo per la collettività”. Un gruppo di associazioni ambientaliste e culturali torna a puntare il dito contro la realizzazione del parcheggio interrato di piazza Cittadella, in centro storico a Piacenza. Ma stavolta c’è anche un’idea alternativa, “inascoltata – dice l’architetto Stefano Benedetti del comitato Due Piazze – dall’amministrazione comunale”. In buona sostanza la proposta messa sul tavolo, in netta contrapposizione agli scavi prospettati davanti a palazzo Farnese, consiste nella costruzione di 348 posti auto sotterranei a pochi metri di distanza: “Ovvero – spiega Benedetti – sotto a via Maculani e viale Risorgimento fino a piazzale Milano. Al di sotto di queste strade c’è solo la terra di riporto aggiunta in passato per realizzare il ponte sul Po, perciò l’intervento non comporterebbe problemi di natura archeologica. E inoltre – aggiunge l’architetto – si potrebbe garantire un centinaio di spazi di sosta in più rispetto ai 260 previsti nel parcheggio interrato di piazza Cittadella”. Un’area – quest’ultima – che “dovrebbe essere trasformata in una zona culturale collegata a palazzo Farnese, convertendo l’ex biglietteria in un centro d’accoglienza turistica”.

L’idea alternativa al parcheggio interrato di piazza Cittadella è stata presentato stamattina (12 marzo) dal comitato Due Piazze, Italia Nostra, Legambiente, Laboratorio popolare della cultura e dell’arte, Archistorica e Piacenza Romana. “Riguardo l’appalto per gli scavi in piazza Cittadella – puntualizza Benedetti – l’Autorità nazionale anticorruzione ha rilevato una serie di anomalie. Si tratta di un progetto frettoloso, pensato in un’area urbana non idonea”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà