“Mi mancavano gli amici”: ripartita la scuola per 18mila alunni. Gli altri ancora a casa

07 Aprile 2021

La mamma gli sistema lo zaino sulle spalle, il bambino la guarda emozionato: “Mi mancavano i miei amici”, e corre da loro. È una scena di “ordinaria ripartenza” quella andata in scena stamattina (7 aprile) davanti alla scuola elementare Mazzini in via Cavour. È tornata infatti a suonare la campanella, ma solo per i più piccoli: oggi circa 18mila studenti piacentini sono rientrati nelle aule di città e provincia, la ripresa in presenza riguarda nidi, materne ed elementari fino alla prima media. “Non vedevamo l’ora, i bambini sono davvero felici – commenta Elisabetta Schiavi, insegnante della scuola materna di via Alberoni – la relazione è fondamentale per crescere insieme, in un luogo di condivisione. Le ultime settimane di attività online sono state problematiche, per fortuna qui gli alunni hanno potuto frequentare le aule a turno, in mini-gruppi, per favorire l’inclusione dei bambini con difficoltà”.

La ripresa, per ora, riguarda solo i più piccoli: gli studenti di seconda e terza media, oltre a tutti gli iscritti alle superiori, restano collegati online tra le mura di casa. “Certo – interviene Alberto Mariani, preside dell’istituto medio Dante in via Piatti – ci piacerebbe riaccogliere tutti in presenza, ma bisogna prestare la massima attenzione al virus e alle sue varianti”. All’orizzonte c’è anche l’esame di terza media, dopo un anno di scuola a intermittenza: “Per adesso – precisa il dirigente – la normativa prevede la presenza dei ragazzi per lo svolgimento della prova, poi tutto dipenderà dall’evoluzione della pandemia… Come ci arrivano gli studenti? Speriamo più forti, dopo questo periodo complicato”.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà