Scuola Taverna, gli alunni ricostruiscono il Farnese con le pagine di Libertà

20 Maggio 2021

Un nuovo Palazzo Farnese è sorto in via Taverna. Ed è fatto di Libertà, quella di carta che tutti i piacentini leggono dal 1883. Accade per l’esattezza nella scuola elementare Taverna dove in questi mesi una sessantina di bambini delle classi terza, quarta e quinta hanno tagliato le pagine delle vecchie copie del nostro quotidiano, le hanno arrotolate per farne delle cannucce e alla fine hanno costruito pareti, torri e finestre: il risultato ha la forma del glorioso Palazzo Farnese, simbolo della nostra città che ora, in formato minore e in carta, sorge anche all’interno di un’aula della scuola elementare.

A spiegare il progetto, confluito in un vero e proprio laboratorio con l’avvallo di insegnanti e dirigente scolastico, è la sua creatrice: Silvia Angileri è una collaboratrice scolastica della scuola Taverna, ma nel suo tempo libero si diverte a trasformare la carta in lampade.

Da questa sua passione, a scuola nasce un’idea: è quella di utilizzare la carta per realizzare qualcosa di più ambizioso e difficile di una lampada. Un palazzo: ma che sia un simbolo della città. E così ecco subito che il pensiero corre a Palazzo Farnese, ma anche alla cittadella viscontea. L’idea diventa qualcosa di reale: è un laboratorio che si chiama “La carta che incanta” e che vede coinvolti gli scolari del Taverna.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà